Aleteia

Da canto gospel per ‘giusti’ a inno alla Divina Misericordia

Condividi
Commenta

Glory Bound

La storia è piena di grandi uomini e donne convertitisi alla fine della loro esistenza! Ecco quanto è audace e scandalosa la grazia.

La canzone di Matt Maher, dal suo ultimo album, dà un tocco di freschezza all’inno gospel degli anni ’30 “This Train is Bound for Glory”. Matt ha voluto rivedere l’approccio al “treno per la gloria” che, secondo la canzone originale, “trasporta soltanto il giusto e il santo”. Nessun giocatore d’azzardo, nessun bugiardo, nessun fumatore, nessun truffatore, nessun brigante, etc.

“Capisco cosa volesse provare a dire la canzone”, ha detto Matt, “ma crea una falsa narrativa. Gesù parla di separare le pecore dalle capre e il grano dalla pula; ma Lui ne parla in un contesto escatologico. Come Chiesa, spesso ci auto-investiamo del Suo ruolo. Il problema è che, così facendo, limitiamo l’opera della grazia”.

“La storia è piena di grandi uomini e donne convertitisi alla fine della loro esistenza! Ecco quanto è audace e scandalosa la grazia. Ho quindi scritto la canzone ‘Glory Bound’ pensando a un treno disponibile per tutti; non so dove sta andando il tuo treno, ma so che sei stato perdonato”.

La versione di Matt Maher riflette molto meglio l’infinita misericordia di Dio, che attende il peccatore. Come ha scritto Suor Faustina Kowalska nel suo diario: “Tutta la grazia scorre dalla misericordia, e l’ultima ora è piena di misericordia per noi. Che nessuno dubiti della bontà di Dio, anche se i peccati di una persona fossero neri come la notte. La misericordia di Dio è più forte della nostra miseria”.

Libby Reichert

 

 

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni