Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Monastero di Bose, Enzo Bianchi si è dimesso da priore

Condividi

Le aveva previste nel 2014, le ha annunciate oggi, 26 gennaio 2017, dunque tre anni dopo. Fratel Enzo Bianchi si è dimesso da priore del monastero di Bose. Luciano Manicardi è il suo successore.  

«Si dice che i cervi… quando camminano nella loro mandria… appoggiano ciascuno il capo su quello di un altro. Solo uno, quello che precede, tiene alto senza sostegno il suo capo e non lo posa su quello di un altro. Ma quando chi porta il peso (qui pondus capitis in primatu portabat) è affaticato, lascia il primo posto e un altro gli succede. Questo commento di Agostino», esordisce Bianchi nel comunicato datato all’Epifania, «al salmo 41 (42) è sempre stato da me meditato, e con queste parole iniziavo la lettera di dimissioni previste nel 2014, alla fine della visita fraterna iniziata a gennaio e terminata a maggio e dopo la revisione economica affidata a una competenza esterna alla comunità».  

I «visitatori fraterni mi hanno chiesto di restare ancora, anche per portare a compimento lo Statuto della comunità», e così ha continuato a presiedere, «ma avvertendo più volte i miei fratelli e le mie sorelle che erano gli ultimi mesi del mio servizio e assentandomi sovente, affinché potessero imparare a continuare a vivere senza la mia guida». 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni