Aleteia

Un esame di coscienza per la festa dei Santi Innocenti

Public Domain
Condividi
Commenta

Sul sangue degli innocenti, quali mani sono pulite?

Quanto vale il sangue dei bambini innocenti? Tutto? Nulla? Una via di mezzo? Oggi è la festa dei Santi Innocenti, in cui ricordiamo il martirio dei bambini maschi ordinato da Erode, che sperava di uccidere in questo modo il Cristo bambino – un giorno adatto per porsi domande inquietanti.

Per alcuni il sangue dei bambini è uno strumento di potere, come si vedeva nei sacrifici rituali di bambini nell’antico Israele. Per altri il sangue innocente è una via per ottenere profitti – come nel commercio dei bambini abortiti di Planned Parenthood. Per quelli come Erode, la vita e l’innocenza non contano niente, e possono essere rubate tranquillamente per raggiungere i propri scopi.

Potremmo approfittare di questa giornata, mentre siamo ancora circondati dalle decorazioni natalizie, per riflettere sull’aborto come una delle principali cause di morte in America, ma questo approccio potrebbe restringere in modo indebito la portata del nostro esame di coscienza. Concentriamoci sulla rabbia egoista di Erode, che ha ucciso chiunque avrebbe potuto sfidarlo.

Barclay ha scritto: “Ecco una terribile immagine di quello che alcune persone faranno per sbarazzarsi di Gesù Cristo. Se vedono in Cristo qualcuno che potrebbe interferire con le loro ambizioni e potrebbe biasimare le loro scelte, il loro unico desiderio è eliminare Cristo, e allora sono spinti alle cose più terribili, perché se non spezzano gli altri fisicamente spezzeranno il loro cuore”.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni