Aleteia

5 ragioni per cui indosso la Medaglia Miracolosa. Forse dovresti farlo anche tu

Public Domain
Condividi
Commenta

Riuscite a immaginare di essere svegliati da un angelo che vi dice di seguirlo perché la Beata vergine vuole parlare con voi? Mi chiedo se Santa Caterina Labouré, mezza addormentata, abbia pensato in quel momento di sognare.

Penso che sia importante ricordare l’umiltà di Caterina quando consideriamo di indossare la Medaglia Miracolosa. Non è un amuleto per ostentare santità o fare cose magiche, ma un messaggio dal cielo. Nostra Signora ci chiede di non dimenticare suo Figlio e il nostro scopo in questa vita – amarlo e servirlo.

Anche se ho visitato il Santuario della Medaglia Miracolosa di Philadelphia in occasione di ogni “necessità urgente” della mia vita, ho iniziato a indossare la medaglia solo quest’anno.

LEGGI ANCHE: Rosari o medagliette con simboli satanici e massonici? Ecco cosa fare

Ecco cinque motivi per i quali indosso la Medaglia Miracolosa:

1. Mi viene ricordato ogni giorno di “ascoltare mia Madre”

Come madre di un bambino di tre anni e mezzo, sento spesso la parola “No”. Io: “Xavier, vai sul vasino”, Xavier: “No”. Io: “Non dirmi no, fallo e basta”, Xavier: “No!”. Succede innumerevoli volte al giorno. Come potete immaginare, può essere estremamente frustrante. Mi chiedo se Maria si frustri con noi. Quasi 200 anni fa, la nostra Beata Madre ha detto a Santa Caterina Labouré: “Fate coniare una medaglia su questo modello; tutte le persone che la porteranno, riceveranno grandi grazie specialmente portandola al collo”. La Madonna le ha anche detto che doveva essere offerta al mondo intero e a ogni persona. Per quasi duecento anni questo messaggio è stato a nostra disposizione, e tuttavia moltissime persone ancora non indossano la medaglia. Mi chiedo se Maria si senta come mi sento io dopo 30 minuti di dibattito con un bimbo di tre anni sul perché deve almeno provare a fare pipì.

2. È nota come “Medaglia Miracolosa” per un motivo, e io amo un miracolo!

Quando la medaglia è stata coniata, era chiamata Medaglia dell’Immacolata Concezione. In meno di dieci anni è diventata nota come Medaglia Miracolosa per via delle tante grazie e dei tanti prodigi che sono stati rapidamente associati al fatto di indossarla. Secondo una fonte, tra il 1930 e il 1950 vennero garantiti e registrati più di 750.000 favori solo nella città di Philadelphia. La nostra Beata Madre vuole che le chiediamo delle preghiere. Nostro Signore vuole che andiamo da Lui e Gli raccontiamo cosa abbiamo nella mente e nel cuore. Avere questa medaglia al collo in ogni momento è un promemoria costante del fatto di dover pregare. E come ha promesso Maria, chi la indossa riceverà grandi grazie.

LEGGI ANCHE: L’uomo più veloce del mondo è devoto alla Medaglia Miracolosa

3. Uomini e donne eroici l’hanno portata e hanno incoraggiato altri a portarla

Mi vengono in mente due persone in particolare: San Massimiliano Maria Kolbe e Santa Madre Teresa di Calcutta. Prima che San Massimiliano offrisse generosamente la sua vita per un altro uomo, avviò un movimento e un’organizzazione, nota come i Cavalieri dell’Immacolata. Fece della Medaglia Miracolosa l’insegna del gruppo e voleva che ogni membro indossasse la medaglia. Diceva che era un “proiettile d’argento” contro il male. Madre Teresa di Calcutta, nota per la sua opera caritativa nel mondo, la chiamava “medaglia di carità” e ne offriva a piene mani, affermando che la medaglia è un segno del fatto che Dio ama ciascun individuo in ciascun momento della vita.

4. È un promemoria della necessità di chiedere aiuto

Le immagini della medaglia sono state ideate dalla Beata Madre e indicate a Santa Caterina Labouré. La Madonna ha detto che i raggi che uscivano da alcune delle sue dita simboleggiavano le grazie che Dio dona attraverso di lei a chi chiede ed è aperto. Ci sono alcune dita da cui non partono raggi. Maria ha detto che stavano a dimostrare le grazie che non vengono elargite perché non le vengono richieste. Un altro promemoria di Mt 7, 7: “Chiedete e vi sarà dato”.

LEGGI ANCHE: La Medaglia Miracolosa, uno degli oggetti più venerati al mondo

5. È un simbolo di ciò che è più importante

Spesso indossiamo dei colori particolari per sostenere chi è affetto da particolari malattie, o quando tifiamo per la nostra squadra preferita. Tutte queste cose sono importanti nella nostra vita, ma cos’è più importante? Per me è la mia fede. Se i segni e i simboli sono importanti per le cose minori, perché non mostrare il mio entusiasmo per la benedizione più grande di tutte – la fede in Nostro Signore e l’amore della nostra Madre?

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni