Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Aleteia logo
home iconvaticano notizie
line break icon

Domani il neocardinale Nzapalainga in visita alla moschea di Roma

Vatican Insider - pubblicato il 21/11/16

Il neocardinale Dieudonné Nzapalainga, arcivescovo di Bangui, uno dei 17 nuovi porporati creati sabato da Papa Francesco, a capo di una delegazione della Repubblica Centrafricana e accompagnato da un imam e da un pastore evangelico del suo Paese, andrà domani 22 novembre in visita alla Moschea di Roma.  

Qui sarà accolto da Abdellah Redouane, direttore del centro islamico. Prima di entrare nella moschea l’arcivescovo di Bangui e la delegazione centrafricana si raccoglieranno in preghiera, poi ci sarà l’incontro. Nzapalainga è l’ecclesiastico che l’anno scorso ha accolto Papa Francesco in visita nel Paese ancora martoriato per la guerra civile e da cui Bergoglio ha lanciato il Giubileo della Misericordia aprendo la prima Porta santa.  

Il 21 novembre il neocardinale ha lanciato dalla sede della Comunità di Sant’Egidio la «Piattaforma Interreligiosa» della Repubblica Centrafricana, non solo per rilanciare il dialogo e la convivenza pacifica in questo Paese che sta uscendo da un lungo conflitto civile, ma anche per offrire a tutti un modello di pace e riconciliazione contro ogni strumentalizzazione delle religioni a favore della guerra e del terrore. In questo quadro si colloca anche la visita alla moschea di Roma.  

La Repubblica centrafricana vive ancora gli strascichi del conflitto tra le due fazioni Se’le’ka, principalmente composta da musulmani, e anti-Balaka, principalmente da cristiani. «Ma il nostro – ha sottolineato nell’incontro di oggi l’arcivescovo di Bangui – non è uno scontro interreligioso». Per arrivare alla pace, ha quindi spiegato, «la nostra forza è la parola, noi siamo la religione della parola e non delle armi e dobbiamo usarla per responsabilizzare le coscienze e creare quel clima di fiducia che solo può far deporre le armi ai gruppi armati in lotta».  

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
3
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
4
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni