Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 20 Gennaio |
San Sebastiano
home iconStile di vita
line break icon

Non avrai forse dimenticato che sei umano?

© James Benninger

padre Carlos Padilla - pubblicato il 24/10/16

Nella mia ferita mi apro ad altre ferite: comprendo, accetto, amo

Credo che la cosa migliore che si possa dire di una persona è che è molto umana, ma cosa significa davvero essere molto umani? È umano chi conosce l’anima umana. Chi conosce la debolezza e le ferite. Chi ha palpato i sentimenti più profondi e le contraddizioni dell’anima. È quella persona che vive nel modo più umano, in base all’amore più profondo che sboccia dalla sua ferita. Essere umani ha a che vedere con l’essere misericordiosi. Col tastare la propria debolezza e vedere gli altri come li vede Dio.

Leggevo giorni fa: “Il passato, con tutti i suoi errori, non era dimenticato. Rimaneva lì a ricordarmi la fragilità della natura umana e l’ingenuità di riporre la fiducia in se stessi. Non confidavo più nella mia guida, non dipendevo più da me stesso” [1].

Essere umani significa aver fallito e non averlo dimenticato, ma non per recriminare continuamente per i propri errori, ma per essere consapevoli del fatto che la nostra fragilità è la chiave che apre il cuore di Dio.

A volte faccio come se i santi non fossero umani. Li ritraggo perfetti, li descrivo come irraggiungibili. Li catapulto in cielo staccandoli dal carcere della loro carne. Come se non avessero mai sperimentato la debolezza, l’errore, il peccato, la caduta, le proprie ferite.

  • 1
  • 2
Tags:
umanita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
4
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
5
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
6
Papa Giovanni Paolo II
Philip Kosloski
La formula di San Giovanni Paolo II per sconfiggere il male nel m...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni