Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Marciano di Siracusa
home iconSpiritualità
line break icon

Sei veramente disposto a farti plasmare dall'azione di Gesù?

© Wojciech Grzedzinski/ALETEIA

World Youth Days in Cracow. on picture: Volonteer center in Lagiewniki Sanctuary 24th of July 2016, Cracow, Poland Photo by Wojciech Grzedzinski 0048 602358885 wojciech.grzedzinski@gmail.com wojciechg

don Fabrizio Centofanti - pubblicato il 20/10/16

In un percorso di guarigione, prima o poi emerge una domanda decisiva, che non tutti e non sempre ci poniamo: voglio guarire veramente? La guarigione che propone Gesù non è fine a se stessa, implica sempre una trasformazione. Ne consegue l’interrogativo: voglio cambiare? Sono disposto a lasciarmi plasmare dall’azione di Gesù?

Un esempio di questa dinamica lo troviamo nell’episodio della guarigione del cieco. Alla richiesta di aiuto, Gesù risponde: cosa vuoi che ti faccia? Sembra una domanda inutile, banale: cosa poteva desiderare quel pover’uomo, se non la vista? Eppure Gesù lo interpella, perché non si risolva tutto in un momento di euforia, ma sia il primo evento di un’epoca nuova della vita. Il cieco, infatti, seguirà Gesù, come segno di una svolta concreta e coraggiosa.

Se ci guardiamo dentro, scopriamo che i nodi del passato sono legati, soprattutto, a due realtà: la mancanza di perdono e l’indurirsi del cuore, con la conseguente aridità. Ecco perché la svolta è innescata da realtà contrarie: il perdono e la tenerezza. Ciò dimostra che la vita non è fatta per la superficialità, ma richiede sentimenti profondi, che attingono all’intimo della persona.

L’amore vero guarisce. Entrando in questa dimensione, si riaffaccia un senso vitale di pace e di felicità.

Dunque rimane la domanda: voglio essere guarito? Voglio cambiare? L’esito della vita dipende da noi. È il grande – e spesso incompreso – dono della libertà.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
spiritualità
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni