Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Come santa Teresa d’Avila pregando… ci insegna a pregare

Teresa of Avila, Peter Paul Rubens, Photographer: David Monniaux - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=129907
Condividi

L’esperienza della preghiera nella vita della santa

Oggi ricorre la festa liturgica di Santa Teresa d’Avila, proclamata Dottore della Chiesa da Papa Paolo VI nel 1970. Nell’omelia di proclamazione il pontefice così la descrisse:

«(…) la vediamo apparire davanti a noi, come donna eccezionale, come religiosa, che, tutta velata di umiltà, di penitenza e di semplicità, irradia intorno a sé la fiamma della sua vitalità umana e della sua vivacità spirituale, e poi come riformatrice e fondatrice d’uno storico e insigne Ordine religioso, e scrittrice genialissima e feconda, maestra di vita spirituale, contemplativa incomparabile e indefessamente attiva; . . . com’è grande! com’è unica! com’è umana! com’è attraente questa figura!».

Il libro “Teresa d’Avila maestra di preghiera” (Àncora editrice) raccoglie le meditazioni del cardinale Carlo Maria Martini tenute durante un pellegrinaggio ad Avila con un gruppo di sacerdoti della diocesi di Milano nel 1995. Santa Teresa d’Avila risponde con la sua vita alla richiesta che i discepoli fanno a Gesù: «Signore, insegnaci a pregare». Infatti il cardinal Martini dedica una parte notevole della sua riflessione al tema della preghiera nell’esperienza della Santa.

LA PREGHIERA PERSONALE

Teresa identifica nella preghiera personale tre fasi: la preghiera spontanea, la preghiera difficile e la preghiera-dono.

La preghiera spontanea

“Per preghiera spontanea intendiamo quella che nasce dentro facilmente, senza sforzo, senza metodo, stimolata da quanto conosciamo della Rivelazione; è come una risposta istintiva a Dio che si rivela. Essa è presente in ciascun uomo, in ciascuna persona umana, pur se in modi assai diversi. Teresa l’ha praticata fin dall’infanzia. Scriverà che già prima di entrare nella vita religiosa aveva una specie di incontro quotidiano con Cristo nell’orto degli Ulivi: «Sono convinta che da ciò la mia anima si sia molto avvantaggiata, perché cominciavo a fare orazione senza neppur sapere che cosa fosse»”.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni