Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 16 Aprile |
Santa Bernadette Soubirous
home iconChiesa
line break icon

“Così l’Europa ha trascurato la religiosità degli immigrati”

Vatican Insider - pubblicato il 03/10/16

Nel mondo islamico europeo è stata elaborata una riflessione seria sul tema dell’integrazione e su ciò che essa implica?

«Sì. In alcuni Paesi – Francia, Gran Bretagna e Germania, ad esempio – dove gli immigranti sono presenti anche da quattro-cinque generazioni, vi sono intellettuali, scrittori, docenti universitari (penso a Tariq Ramadan, Tareq Oubru, Fethi Bensalama, Abdrennour Bidar, Omero Marongiu, solo per limitarmi alla Francia) che hanno elaborato pensieri e proposte molte significative. Si sono interrogati, hanno indagato cosa significhi essere non solo musulmani in Europa, ma musulmani d’Europa, esaminando approfonditamente molte questioni relative alla convivenza e al modo di declinare la fede islamica nel contesto occidentale. Purtroppo sono voci raramente divulgate in Europa.

In Italia, meta più recente dei flussi migratori, questa riflessione mi pare stenti ad avviarsi in modo organico, anche se non mancano alcune prese di posizione importanti. Ma si tratta di voci ignorate dai media, che non arrivano a incidere nel dibattito pubblico. C’è poi un altro elemento che va tenuto presente: nel nostro paese le giovani generazioni di immigrati musulmani scelgono nella grande maggioranza dei casi, facoltà scientifiche, raramente quelle umanistiche. Ciò li priva di quegli strumenti che servirebbero loro per giustificare in base alle fonti islamiche le loro scelte riformiste, innovative, originali in materia di fede. Si sarebbero potute creare borse di studio ad hoc, ma non si è mai investito in questo settore. È una lacuna grave, a mio parere.

Per costruire buona integrazione occorre puntare sulla scuola, che svolge un ruolo strategico nell’edificazione del legame sociale, sulle giovani generazioni, che si stanno rivelando preziose alleate, e sulla nostra cultura. Abbiamo molto da offrire e una quota consistente di immigrati, inclusi quelli musulmani, è pronta a ricevere».

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
islamoccidentesecolarizzazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
3
WIND COUPLE
Catholic Link
7 qualità per scegliere il partner secondo la Bibbia
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
FEMALE DOCTOR,
La Croce - Quotidiano
Atea e obiettrice di coscienza da 10 anni: “non ce la facev...
6
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni