Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Coppie gay in pellegrinaggio a Lourdes per ringraziare la Madonna: è cosa giusta?

Condividi

“NESSUNA BLASFEMIA”

Potevano andarci? Oppure no? Si tratta di una notizia “normale”, tanto più se diffusa sulle colonne di un autorevole quotidiano cattolico che fa capo ai vescovi italiani?

Una serie di lettori scrivono, perplessi, al direttore Marco Tarquinio, che replica (3 settembre): «Sono convinto che ai cristiani sia chiesto qualcosa in più della “civiltà” formale delle proprie opinioni, anche e soprattutto se ci si avventura a giudicare la vita e la fede degli altri. Quando sento di cadere anch’io in questa tentazione, vado a rileggermi un passo del Vangelo di Matteo (7, 1-11) che penso sia utile non solo a me. In particolare, mi chiedo: ma come si fa, in assoluto, e senza sapere nulla della vita di quelle altre persone, a condannare come “blasfema” un’intenzione di pellegrinaggio a Lourdes per ringraziare di ciò che si è avuto nel corso della propria esistenza? E come si fa a immaginare e porre, noi, limiti all’amore di Maria, madre di Dio e madre nostra?».

“A LORO AUGURO OGNI BENE”

E ancora, prosegue Tarquinio, «come si fa a considerare “politicamente corretta” la scelta di registrare ciò che quasi tutti gli altri mass media hanno taciuto. E cioè il fatto che due persone omosessuali parlino apertamente della propria fede cattolica e dicano cose seriamente controcorrente rispetto alla note e sbagliate rivendicazioni dei movimenti politici gay sul “diritto” ad avere figli a ogni costo con utero in affitto, stepchild adoption e quant’altro? Io a due persone così – che sono credenti, vivono assieme da oltre mezzo secolo e liberamente si misurano con l’esigente via che la Chiesa (CCC 2359) indica agli omosessuali – auguro ogni bene e dedico a mia volta una preghiera».

“CHI SONO IO PER GIUDICARLA?”

Tarquinio cita Papa Francesco che, in una risposta divenuta subito celebre data il 29 luglio 2013 ai giornalisti presenti sul volo di ritorno dalla Gmg brasiliana, aveva affermato: «Se una persona è gay, e cerca Dio, e ha buona volontà, ma chi sono io per giudicarla?».

BONTA’ E MENZOGNE

Seconda la Nuova Bussola Quotidiana (6 settembre), l’analisi di Avvenire è «una scelta di far passare come normale una evidente novità».

Pagine: 1 2 3 4

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.