Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 28 Luglio |
Santi Nazario e Celso
home iconChiesa
line break icon

Le radici di Luciani e quel “si è sempre fatto così”

© Public Domain / Youtube

Andrea Tornielli - Vatican Insider - pubblicato il 23/08/16

Viene inaugurato il 26 agosto il nuovo museo dedicato a Giovanni Paolo I a Canale d’Agordo: non solo ricordi e cimeli, ma un affascinante percorso che aiuta a comprendere il «Papa del sorriso» nel suo contesto

Il processo di beatificazione e canonizzazione di Giovanni Paolo I procede: il nuovo postulatore, il cardinale Beniamino Stella, continua a ricevere segnalazioni di grazie e sta valutando una guarigione inspiegabile avvenuta in America Latina, attribuita all’intercessione di Papa Luciani. Ma il trentottesimo anniversario dell’elezione del Pontefice veneto sarà ricordato per l’apertura al pubblico del nuovo museo di Canale d’Agordo, che viene inaugurato il 26 agosto dal cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano.

Fino all’anno scorso ricordi, cimeli, lettere e pubblicazioni di Giovanni Paolo I erano raccolti ed esposti in alcune sale della canonica parrocchiale. Ora grazie al paziente lavoro della Fondazione Papa Luciani, all’impegno del Comune di Canale d’Agordo, al sostegno della Regione Veneto e di altri enti e fondazioni, è stato realizzato un vero e proprio polo museale, in una casa accanto alla chiesa parrocchiale: realizzato con tutte le tecnologie più moderne, attraverso unpercorso fatto di immagini, video, documenti e cimeli, il nuovo museo aiuta il visitatore a conoscere non soltanto il percorso umano e spirituale di Albino Luciani, ma anche il contesto nel quale questo è avvenuto. Una delle novità più significative del museo che sta per essere inaugurato – e che Vatican Insider ha visitato in anteprima – è infatti, accanto ai ricordi appartenuti al Pontefice, ladescrizione dell’ambiente sociale ed ecclesiale nel quale il futuro Papa era inserito. Lungi dall’essere soltanto uno sperduto paese nella periferia montana, Canale d’Agordo è stato un ambiente culturalmente vivace ed effervescente.

Una delle figure che più hanno segnato le vite degli abitanti del paese, e dunque anche quelle dei genitori di Albino, è don Antonio Della Lucia, divenuto arciprete di Canale e vicario foraneo nel 1860. In un contesto denso di problemi sociali, Della Lucia lancia e mette in pratica personalmente una serie di idee e proposte, tutte volte ad arginare il fenomeno emigratorio e a rifondare un’economia sociale in grado di procurare nuove risorse di sopravvivenza. È lui a fondare la prima latteria cooperativa, secondo un modello che sarà esportato in tutto il Regno d’Italia. In un pannello del nuovo museo uno dei curatori, Loris Serafini, ha riportato la frase tratta da una lettera di questo sacerdote impegnato e popolare: «Va certo che se un briciolino di tempo mi avanza, volentieri lo spendo, nel poco che valgo, a sbugiardare e distruggere quel “Sempre si è fatto così!”». Il pensiero corre subito al paragrafo 33 dell’esortazione «Evangelii gaudium», la road map del pontificato di Papa Francesco, che recita: «La pastorale in chiave missionaria esige di abbandonare il comodo criterio pastorale del “si è fatto sempre così”. Invito tutti ad essere audaci e creativi in questo compito di ripensare gli obiettivi, le strutture, lo stile e i metodi evangelizzatori delle proprie comunità».

  • 1
  • 2
Tags:
giovanni paolo i
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
5
don Marcello Stanzione
Fra Modestino da Pietrelcina rivela: Padre Pio ha visto mio padre...
6
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
7
ABORTION
Giovanna Binci
Ride, balla, abortisce e posta: teenager “celebra” ab...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni