Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Ottobre |
San Wolfgang di Rägensburg
home iconvaticano notizie
line break icon

Giordania, cattolici e ortodossi rispondono insieme alle emergenze umanitarie

Vatican Insider - pubblicato il 09/08/16

Le emergenze umanitarie che affliggono il Medio Oriente, tra conflitti e fughe di massa dagli scenari bellici, sollecitano risposte condivise da parte di cristiani appartenenti a diverse denominazioni. Una testimonianza di questa sollecitudine umanitaria connotata da un respiro ecumenico è rappresentata dal progetto PEER (Preparing to Excel in Emergency Response), presentato lunedì 8 agosto nel centro-conferenze di un hotel di Amman.  

Il progetto, realizzato con il sostegno di Caritas Jordan e di Catholic Relief Services (CRS), si propone di aumentare le sinergie e le capacità di interazione tra gruppi cristiani che in Giordania sono impegnati nei diversi programmi per l’affronto delle emergenze umanitarie, per rendere più efficaci e rapidi gli interventi realizzati sul campo da ogni singola realtà e comunità. Tra i dieci gruppi di lavoro coinvolti finora nel progetto figurano anche comunità della gioventù cristiana greco-ortodossa e Ong come la Orthodox Progress Association.  

Nel suo intervento introduttivo, il dottor Wael Suleiman, Direttore generale di Caritas Jordan, ha sottolineato che il progetto di coordinamento sosterrà la collaborazione di realtà diverse che operano soprattutto a favore dei rifugiati e delle persone che vivono in stato di necessità. All’incontro per il lancio del progetto – riferisce un comunicato di Caritas Jordan, pervenuto all’Agenzia Fides – ha preso parte anche Jocelyn Braddock, Direttrice dei programmi di assistenza sostenuti da CRS Libano, che nel suo intervento ha sottolineato l’utilità e l’urgenza di coinvolgere realtà e istituzioni locali nella realizzazione dei progetti messi in campo per affrontare le emergenze umanitarie che affliggono l’area mediorientale. 

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Annalisa Teggi
"Dite ai miei figli che li amo": ecco chi è l...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Silvia Lucchetti
Rischiava l'amputazione delle gambe. Oggi ha ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni