Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 08 Febbraio |
Beata Giuseppina Bakhita
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

La ginnasta Simone Biles cerca l’oro olimpico, ma non perde la Messa

Philip Kosloski - pubblicato il 08/08/16

E la recita del Rosario!

Simone Biles si è imposta rapidamente come favorita nelle gare di ginnastica artistica delle Olimpiadi in svolgimento a Rio de Janeiro. I suoi esercizi sono quasi impeccabili, e chiunque si stupisce per la sua straordinaria abilità e il suo comportamento calmo, che si fa influenzare ben poco dalla pressione della competizione.

Come ci riesce?

Per rispondere a questa domanda, Us magazine ha chiesto di recente alla Biles di parlare di sé sperando di scoprire la formula segreta del suo successo. Se la maggior parte di quello che ha detto non si è rivelato una sorpresa, il giornalista ha visto cadere un rosario bianco.

“Mia madre Nellie mi ha preso un rosario in chiesa”, ha spiegato la Biles. “Non lo uso per pregare prima di una gara. Prego per conto mio, ma lo porto con me comunque”.

Beverly Hills, California: La ginnasta Simone Biles si rivolge ai media all'USOC Olympic Media Summit presso il The Beverly Hilton Hotel il 7 marzo a Beverly Hills, California (Stati Uniti). Todd Warshaw/Getty Images per USOC/AFP
Beverly Hills, California: La ginnasta Simone Biles si rivolge ai media all'USOC Olympic Media Summit presso il The Beverly Hilton Hotel il 7 marzo a Beverly Hills, California (Stati Uniti). Todd Warshaw/Getty Images per USOC/AFP

La fede è stata una delle poche costanti nella sua vita piuttosto difficile. La Biles è nata in Ohio da una madre che combatteva contro l’abuso di alcool e droghe e alla quale è stata portata via quando aveva tre anni. Un’operatrice sociale ha chiamato i suoi nonni in Texas, e loro si sono presi cura della nipotina, finendo per adottare lei e la sorella minore. “Abbiamo detto: ‘Mandateci le bambine’”, hanno detto i nonni. “Non volevano che venissero allevate da estranei”.

La Biles ora chiama i suoi nonni “mamma e papà”, e va a Messa con loro la domenica. Hanno influito molto sulla sua vita, e l’hanno sostenuta fin dall’inizio della sua carriera.

Quando aveva 6 anni, la Biles è stata introdotta alla ginnastica, e da allora non si è mai fermata.


I suoi genitori adottivi hanno notato il suo interesse e il suo talento sportivo, sottolineando in un’intervista rilasciata al Washington Post che “ha sempre amato saltare sui mobili di casa, al punto che la madre Nellie le ripeteva continuamente che il divano e le sedie non erano un parco giochi”.

Alle scuole medie Simone ha iniziato a concentrarsi totalmente sulla ginnastica, allenandosi almeno 32 ore a settimana. Questo l’ha costretta a dover decidere di studiare a casa, per avere la libertà di cui aveva bisogno. È stata una scelta che la madre ha lasciato a lei, dicendo “Qualsiasi cosa sceglierai ti sosterrò, ma devi prendere tu questa decisione. Non posso farlo io, perché rappresenta un grande cambiamento nella tua vita”.

San Jose, California: Simone Biles gareggia al corpo libero il secondo giorno delle selezioni olimpiche statunitensi al SAP Center il 10 luglio a San Jose, California. Ezra Shaw/Getty Images/AFP
San Jose, California: Simone Biles gareggia al corpo libero il secondo giorno delle selezioni olimpiche statunitensi al SAP Center il 10 luglio a San Jose, California. Ezra Shaw/Getty Images/AFP

Da quando si è dedicata completamente alla ginnastica, la Biles ha mietuto un successo dietro l’altro. Secondo il New York Post, “ha vinto gli ultimi quattro titoli statunitensi e gli ultimi tre all-around mondiali. Negli ultimi tre anni, la Biles ha vinto 14 medaglie dei campionati mondiali, 10 delle quali d’oro – due record. Non perde una competizione all-around dall’agosto 2013”.

Essere una stella della ginnastica non è stato semplice, ma la famiglia ha sempre sostenuto Simone.

“Servono molta dedizione e molti sacrifici, e come genitori abbiamo rinunciato a molto”, ha affermato la madre. “Le vacanze sono state cancellate. Le nostre vacanze consistevano nel viaggiare con Simone [per le gare]. È stato un sacrificio da parte nostra, ma lo facciamo perché è una cosa che nostra figlia ama e di cui è appassionata. Siamo disposti a continuare questo viaggio con lei”.

Nei giochi di Rio, la Biles vincerà probabilmente una medaglia, e la sua famiglia sarà lì a sostenerla. Con una solida base rappresentata da fede e famiglia, Simone ha tutto ciò di cui ha bisogno per vincere nello sport e nella vita.

_____

Philip Kosloskiè marito e padre di cinque figli. Scrive su Aleteia e sul The Pope’s Worldwide Prayer Network (Apostolato della Preghiera), e ha un blog sul National Catholic Register.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

LEGGI ANCHE: Atleta olimpica 16enne vince la pressione con la fede

Tags:
fedefede e sportolimpiadi rio de janeirosanto rosariosport
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Daily prayer
And today we celebrate...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
See More
Newsletter
Get Aleteia delivered to your inbox. Subscribe here.