Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Dziwisz: “Preghiamo per il prete ucciso in Francia”

Condividi

«Preghiamo per tutte le vittime del terrorismo e in particolare per il sacerdote che oggi in Francia è stato ucciso durante la celebrazione dell’Eucarestia». 

Con queste parole il cardinale Stanislaw Dziwisz ha introdotto la liturgia di apertura della Giornata Mondiale della Gioventù 2016 con una suggestiva celebrazione nell’immensa spianata di Blonie, alla periferia di Cracovia, un luogo che evoca due santi di questa terra: Giovanni Paolo II e suor Faustina Kowalska.  

Partecipano al rito circa 400 mila ragazzi giunti da tutto il mondo per il raduno che da domani sarà guidato da Papa Francesco.  

Tra i vescovi concelebranti (tra gli altri i cardinali italiani Bagnasco e Menichelli) manca l’arcivescovo di Rouen, monsignor Dominique Lebrun, che ha lasciato Cracovia per rientrare in diocesi ed essere «con i familiari delle vittime e con la comunità parrocchiale sotto choc».  

«E’ stato Gesù a condurci qui – ha detto l’arcivescovo di Cracovia durante l’omelia -. Solo lui può soddisfare i nostri desideri: affidiamoGli speranze e paure». 

Rivolgendosi ai ragazzi, ha poi scandito: «In questi giorni modellate i vostri cuori e i vostri pensieri. Da noi dipende il fatto che gli altri conoscano Cristo. Testimoniate che vale la pena affidare a Lui la vita. Portate a casa la scintilla della misericordia». 

LEGGI ANCHE: 

Rouen, il Papa: dolore per l’orrore, condanna per l’odio (Agasso jr)  

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni