Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Al via il Festival cinematografico internazionale al Monastero di Siloe

Condividi

Cresce l’attesa per conoscere i nomi delle personalità che parteciperanno venerdì 8 e sabato 9 luglio al Siloe Film Festival, festival cinematografico internazionale che anche per la sua terza edizione ha scelto il Monastero di Siloe a Poggi del Sasso, in provincia di Grosseto. Il Festival è ideato e organizzato dal Centro Culturale San Benedetto, in collaborazione con l’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali della Conferenza Episcopale Italiana e con la Fondazione Ente dello Spettacolo.  

Questa edizione, rispetto alle precedenti, avrà l’aggiunta dell’internazionalità, un valore che è, secondo gli organizzatori del festival, l’incontro con l’altro. “Alla ricerca dell’altro, la compassione” è infatti il tema sul quale dovranno misurarsi le opere che parteciperanno a quest’edizione. Cinque film italiani, tre tedeschi, uno russo, uno spagnolo, uno inglese e uno tedesco in lingua araba. L’Italia è rappresentata da autori affermati come Hermes Mangialardo, Simone Massi, Andrea Zambelli già vincitori di numerosi festival internazionali, Alessandro Capitanil, vincitore del David di Donatello 2016 con Bellissima e Cristina Ki Casini vincitrice del Globo d’oro 2016 con Tra le dita, film presenti al SiloeFF . 

Il Siloe Film Festival si svolgerà presso una Comunità Monastica che si inserisce nel solco della tradizione benedettina. La comunità vive e opera in un monastero in costruzione, ma comunque in grado di ospitare amici e pellegrini, seppur in numero ristretto. Oltre ai membri stabili, sono spesso ospiti persone che trascorrono con i monaci dei periodi più o meno lunghi condividendo la vita della comunità. 

Il programma prevede due intere giornate di proiezioni, incontri e dibattiti tra filosofi, teologi, poeti, attori, registi e monaci. Al momento sono state confermate solo le presenze dell’attore Salvatore Striano, del filosofo Umberto Curi, del poeta Franco Marcoaldi, ma altri ospiti si aggiungeranno alla lista.  

Al Concorso parteciperanno cortometraggi a soggetto e d’animazione della lunghezza massima di 30 minuti, e documentari dalla lunghezza massima di 60 minuti. Quest’anno la commissione ha deciso di portare al festival non 10, come indicato nel bando, ma ben 12 film finalisti. La decisione, presa all’unanimità, è risultato dell’attenta analisi dei tanti film ritenuti interessanti dalla giuria di quest’anno. 

Sabato 9 luglio, ai vincitori selezionati tra le 12 opere proiettate, verranno assegnati i vari premi in palio, tra cui una menzione speciale a un’opera in concorso di particolare valore assegnata dalla giuria. I tre film vincitori riceveranno in premio un’opera artistica, a tiratura limitata, creata per l’occasione.  

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni