Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconStile di vita
line break icon

La toccante lettera di un’insegnante a Messi sul non arrendersi

Argentina's Lionel Messi waits to receive the second place medal during the Copa America Centenario awards ceremony in East Rutherford, New Jersey, United States, on June 26, 2016. / AFP PHOTO / Nicholas Kamm

Pablo Cesio - pubblicato il 30/06/16

“Non far credere ai miei allievi che in questo Paese conti solo il fatto di essere i primi”

“Probabilmente non leggerai mai questa lettera, ma la scrivo lo stesso, non come tifosa di calcio ma come docente argentina, la professione che ho scelto e che mi appassiona come la tua appassiona te”.

Inizia così la lettera scritta da una maestra di Entre Ríos (Argentina) che come milioni di argentini ha voluto offrire il proprio sostegno al calciatore Lionel Messi, che dopo la sconfitta del suo Paese nella Coppa America ha annunciato il suo ritiro dalla Nazionale.

Il testo non è né un messaggio calcistico né un rifiuto della presa di posizione di Messi, ma un’esortazione affinché il suo atteggiamento di vita serva da esempio per migliaia di ragazzi.

“Ti scriverò perché mi aiuti in una sfida molto più complessa di quelle che hai affrontato finora. Vorrei che mi aiutassi nella difficile missione di formare la condotta di questi ragazzi che ti considerano un eroe del calcio e un esempio da seguire”, scrive la maestra.

“Non mostrare loro che per quanti successi si possano raccogliere nella vita non ti conformerai mai agli altri, e peggio ancora non far sentire loro che devono vivere per conformarsi agli altri. Non mandare loro questo messaggio sbagliato nonostante tante avversità superate, anche se hai lottato fin da molto piccolo per diventare l’uomo trionfatore di oggi, pur avendo assunto responsabilità fin dalla tenera età e avendo lottato anche con problemi fisici per realizzare i tuoi sogni. Tutto questo si opacizza di fronte alle critiche degli invidiosi che in fondo vorrebbero solo essere come te”.

“Se tu che hai una famiglia che ti accompagna, che hai un ricco patrimonio personale e il sostegno di tanta gente, non ci riesci, come potrebbero loro ritenersi capaci di andare avanti nonostante le tante battaglie che devono affrontare ogni giorno?”

“Non permettere che i miei ragazzi pensino che arrivare secondi sia una sconfitta, che perdere una partita significhi perdere la gloria”.

“I miei allievi devono capire che gli eroi più nobili, indipendentemente dal fatto che siano medici, soldati, maestri o giocatori di calcio, sono quelli che danno il meglio di sé per il benessere degli altri”.

Le reazioni non si sono fatte attendere, e i messaggi di sostegno a Messi si sono moltiplicati da un momento all’altro, pieni di sentimenti che vanno ben oltre il calcio.

Messi avrà letto questa lettera? Le ripercussioni che sta avendo fanno pensare che se non lo ha già fatto lo farà presto, ma la cosa più importante è che il messaggio dell’insegnante ha colpito profondamente gli argentini.

Ecco il testo integrale della lettera:

Lionel Messi: probabilmente non leggerai mai questa lettera, ma la scrivo lo stesso, non come tifosa di calcio ma come docente argentina, la professione che ho scelto e che mi appassiona come la tua appassiona te. Potrei scriverti di quanto sia meraviglioso il tuo talento per lo sport più amato nel nostro Paese, del piacere che suscita in me il fatto di appartenere alle generazioni che possono vederti dispiegare la magia nei tuoi scarpini, dell’ammirazione che risvegli in tutto il mondo. Ma sarebbe ripetere delle frasi fatte. Per questo ti scriverò perché mi aiuti in una sfida molto più complessa di quelle che hai affrontato finora. Vorrei che mi aiutassi nella difficile missione di formare la condotta di questi ragazzi che ti considerano un eroe del calcio e un esempio da seguire.
  • 1
  • 2
Tags:
calciofallimento
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni