Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
vaticano notizie

Betlemme, si cercano donatori per il restauro delle colonne della Natività

Vatican Insider - pubblicato il 13/06/16

Donatori cercansi per le colonne della Basilica della Natività di Betlemme. L’appello arriva da Ziad Albandak, Head of presidential committee per quell’imponente opera di restauro guidata dall’italianissima Piacenti Spa, che dal 2013 ha già ristrutturato tetto, finestre, nartece, mosaici parietali e la porta armena della chiesa testimonianza millenaria d’arte e fede nel cuore della Palestina, patrimonio Unesco dal 2012. 

Ora si passa alla fase tre dei lavori, simbolicamente la più importante perché metterà mano anche alla doppia fila di 50 giganti in marmo che attraversano la navata centrale della chiesa, sorreggendo di fatto tutta la Basilica. Sono le 50 colonne di epoca giustinianea con 30 capitelli, 32 delle quali decorate con pitture crociate del XII secolo, per cui Albandak lancia un appello internazionale a Stati, privati e singoli: «Adottate una colonna». «La Basilica della Natività – spiega – è sacra a tutti, cristiani e musulmani, e tutti ne hanno grande rispetto, oltre all’eccezionale interesse artistico e archeologico. Per questo finora hanno risposto in molti con 10 milioni di dollari raccolti». Tra i benefattori anche il Re del Marocco, Belgio, Russia, Italia (con 347 mila euro). Per finire tutti i restauri, fino ai mosaici di Elena sotto al livello calpestabile della navata, spiega, serviranno ancora «due anni e mezzo e 7 milioni e mezzo di dollari». Ma per ora si pensa a quelle colonne un tempo dipinte all’egiziana, oggi appena velate, in rosso, azzurro, giallo, con raffigurati santi che accompagnavano il cammino dei pellegrini verso l’altare. «Per restaurarle – spiega Albandak – servono 2 milioni e 300 mila euro: 50 mila euro a colonna» (www.nativityrestoration.ps). 

«La Basilica – aggiunge l’ambasciatore di Palestina nella Santa Sede, Issa Kassissieh – è il luogo dove nacque Gesù Cristo e il suo messaggio di pace. Adottare una colonna è lanciare un messaggio di unione al mondo. E in qualche modo – sorride – adottare un pezzetto di Paradiso». Intanto il Paradiso inizia a svelarsi a Betlemme, tra pennellini, colori, cure certosine e tecnologia all’avanguardia della Piacenti. «Alla Basilica lavorano 170 specialisti e 64 aziende», racconta il ceo Giammarco Piacenti. La maggior parte sono italiani, ma ci sono anche tanti «ragazzi palestinesi che si danno un gran da fare, anche solo per portare via ogni giorno immense quantità di polvere millenaria». Tolte le patine, aggiunge il site manager Marcello Piacenti, «si sta svelando il cammino sontuoso che conduceva alla grotta», con i fortissimi colori ritrovati dei mosaici parietali e la conferma che anche capitelli e architravi dovevano essere dorati e lucenti. E dopo l’angelo a mosaico «scovato» dalla termografia su una parete, una nuova scoperta potrebbe essere riemersa con nuove tracce dell’epoca di Costantino. «Si tratta – spiegano – di materiali lignei da reimpiego, decorati, trovati una settimana fa all’interno degli architravi di Giustiniano e ad essi precedenti». 

Una teoria ancora da verificare, a partire dalla datazione al Carbonio 14, ma giudicata «possibile» dagli archeologi e che «potrebbe anche suggerire che qualcosa di Costantino fosse ancora in piedi al tempo». Le nuove tracce costantiniane sulla parte alta della Basilica si andrebbero così ad aggiungere ai grandi mosaici sotto il pavimento. «Cento metri quadrati di tessere del IV secolo d.C.» oggi visibili solo aprendo grandi botole. «Ma per le quali – conclude il ceo della Piacenti – stiamo studiando un sistema di passerelle sospese simile ad Aquileia». 

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni