Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 23 Giugno |
San Giuseppe Cafasso
home iconCultura
line break icon

Dove le parole non riescono a farlo, è la musica a parlare

Jimmy Mitchell - pubblicato il 26/05/16

Questo giovane artista cattolico indaga i misteri della fede attraverso delle composizioni originali per pianoforte

Credo dal profondo del mio cuore che la bellezza può salvare il mondo – Jimmy Mitchell

Mi sono trovato nel posto più bello al mondo, grazie ai consigli di un caro amico. Mi ha portato nel B&B di sua nonna a Sintra, in Portogallo; il suo caldo sorriso e il suo cordiale saluto hanno mostrato la sua anima tenera. Mi ha offerto una tazza di tè e mi ha invitato a sedermi. “Voglio condividere con te la storia della mia conversione”, ha detto. Ma invece di sedersi accanto a me, è andata a sedersi sullo sgabello del pianoforte a coda che era nella sala d’ingresso.

La musica non mi aveva mai parlato, prima di quel momento. Ho sentito molti pezzi strumentali meravigliosi; sono cresciuto in una casa dove la musica ha sempre riempito lo spazio tra le mura domestiche. La musica mi faceva addormentare, mi spingeva a ballare o mi guidava alla preghiera, ma non mi aveva mai parlato come il pezzo che ho sentito in quella casa a Sintra. L’anziana donna ha condiviso la sua storia usando soltanto ebano ed avorio. “Nessuno che l’abbia ascoltata è mai riuscito a mantenere gli occhi asciutti”, mi ha detto il mio amico. Sapevo che era vero. 

Perché sto raccontando questa storia? Perché l’artista di oggi ha lo stesso dono: parlare con la musica dove le parole non riescono a farlo, indagare i misteri più profondi della nostra fede mentre le sue dita corrono sui tasti.

Il suo nome è Jimmy Mitchell e viaggia per tutti gli Stati Uniti per condividere la sua testimonianza personale, intrecciando il tutto con delle composizioni originali per pianoforte. Il suo primo album, Through it All, è un viaggio attraverso la storia della salvezza, dalla creazione alla Pentecoste. La canzone “Origins” mostrata nel video in alto è la traccia di apertura dell’album.

Jimmy si sta preparando a registrare il suo secondo album in studio, Love(An Epic), composto da dodici composizioni per pianoforte con un accompagnamento di un quartetto d’archi. Descrive questa registrazione come “il viaggio d’amore tra un innamorato e la sua cara. Uomo e donna. Dio e umanità. Anima e vocazione. Lo straripamento del viaggio personale dei miei ultimi dieci anni, fatti di discernimento puro”.

Attualmente Jimmy sta portando avanti una campagna per registrare il suo prossimo album con Love Good Music (se non l’avete sentita nominare prima, leggete l’intera storia qui). Se in questo esatto momento vi registrate come “mecenati” per Love Good Music, usando il codice coupon “Jimmy”, avrete i vostri primi tre mesi gratuiti da mecenati. Sosterrete artisti che, come Jimmy, stanno producendo musica buona, vera e bella; in cambio, ogni tre mesi, riceverete un pacchetto via mail con album e altri contenuti dei vostri artisti preferiti di Love Good Music – tra cui Love (An Epic) di Jimmy, che inizialmente sarà reso disponibile esclusivamente ai mecenati.

“Credo dal profondo del mio cuore che la bellezza può salvare il mondo”. Questo è quello per cui lotta Jimmy Mitchell, e questo è il motore che muove Love Good Music. Cambiamo, insieme, la colonna sonora della nostra cultura.

Per restare aggiornati con i vostri artisti preferiti e scoprire muova musica ogni giorno, seguite Cecilia su Facebook.

Libby Reichert

Tags:
Ceciliamusica cattolicamusica cristiana
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni