Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 01 Luglio |
Santi Protomartiri Romani
Aleteia logo
vaticano notizie
separateurCreated with Sketch.

Padre Badichah: “Il Papa in Armenia voleva andare al confine turco, ma il progetto è saltato”

Vatican Insider - pubblicato il 25/05/16

Nel viaggio che farà in Armenia dal 24 al 26 giugno prossimi papa Francesco avrebbe voluto andare alla frontiera con la Turchia per compiere un gesto in favore dell’apertura di quel confine, oggi chiuso. Il progetto, però, è saltato. Lo ha rivelato oggi, in una conversazione con alcuni giornalisti, il vice-rettore del Pontificio Collegio Armeno di Roma, padre Krikor Badichah. «Il progetto era così – ha spiegato il Sacerdote della Chiesa cattolica armena -: andare lì, aprire la frontiera. Il progetto però è andato in fumo». Su possibili gesti, comunque, «si può aspettare tutto da questo Papa», ha detto padre Badichah, e la stessa frontiera turca non è lontana, non più di dieci minuti, da altri luoghi toccati da Francesco durante la visita. «Ufficialmente la frontiera è chiusa – ha proseguito – però ci sono tanti armeni che vanno in Turchia. E in Armenia si trovano tante cose turche». 

«Tra l’altro – ha aggiunto -, non è immaginabile un paese cristiano circondato da paesi musulmani, la Turchia, l’Iran, l’Azerbaigian. La gente è praticamente costretta a prendere cose turche».  

Quello dell’apertura della frontiera tra Turchia e Armenia è un tema particolarmente caro a papa Francesco. «Una cosa che a me sta molto a cuore è la frontiera turco-armena: se si potesse aprire, quella frontiera, sarebbe una cosa bella!», ebbe a dire Bergoglio il 30 novembre 2014, rispondendo ai giornalisti durante il volo di ritorno da Istanbul. «So che ci sono problemi geopolitici nella zona, che non facilitano l’apertura di quella frontiera. Ma dobbiamo pregare per la riconciliazione dei popoli. So anche che c’è buona volontà da ambedue le parti – così credo – e dobbiamo aiutare perché questo si faccia», aggiunse. 

Era ancora il periodo precedente, comunque, la rottura tra il regime di Ankara e la Santa Sede in seguito alle parole del Papa sul «genocidio» armeno, l’anno scorso durante le celebrazioni per il centenario. 

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni