Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 28 Gennaio |
San Tommaso d'Aquino
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Daniela Poggi si racconta come artista e donna di fede

‘2015 Nastro D’Argento Award’ Nominees Announcement

© Elisabetta A. Villa/Getty Images

Silvia Lucchetti - Aleteia - pubblicato il 29/04/16

Come vive la sua partecipazione alle celebrazioni religiose?

C’è una cosa incredibile che mi capita spessissimo: magari vado a messa sentendomi triste e piena di pensieri, appesantita. Arrivo in chiesa e il vangelo e l’omelia mi parlano proprio di ciò che sto vivendo. Resto stupita ogni volta: mi dico non è possibile, è una cosa pazzesca. Recentemente a Pasqua, durante la lettura della Passione mi sono immersa a pensare a Maria. Immaginavo questa Madre sofferente, che sentiva strapparsi le viscere davanti al Figlio morente e pensavo: io devo fare qualcosa per trasmettere il dolore di questa Madre, devo portare uno spettacolo a teatro che parli di questo. Poi arriva il momento dell’Eucaristia e cosa cantano? “Madre io vorrei”, un canto bellissimo, il mio preferito, e comincio a piangere come una pazza.

Come è stato interpretare la Madonna nella fiction “Paolo di Tarso”?

È stato bellissimo, anche lì mi successe una cosa particolare. Avevo già preso i biglietti per andare a Lourdes e accompagnare mia madre che ogni anno vi si recava per ringraziare la Madonna del miracolo che aveva ricevuto. Pochi giorni prima di partire, incredibilmente, mi chiamarono per interpretare il ruolo della mamma di Gesù. L’unico rammarico che ho fu l’assenza di un clima veramente spirituale sul set, dove avevamo semplicemente un consulente religioso.

Quale carisma ha ricevuto dal Signore?

Io ho un dono, lo ritengo un dono, mi trovo ad accompagnare le persone alla morte, mi muoiono tra le braccia. Per me è un dolore enorme, però contemporaneamente lo vivo come un privilegio meraviglioso. Stare lì accanto a tua madre e a tuo padre, o ad altre persone importanti della tua vita quando esalano l’ultimo respiro è molto bello e intenso. E forse questo è un dono che mi è stato dato dal Signore, quello di accompagnare.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
cinemafedeteatrotelevisione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni