Aleteia

La storia della vera famiglia di “Miracles from Heaven”

Su gentile concessione di Christy Beam, tramite Ryan Johnson
Condividi
Commenta

Un incidente potenzialmente letale ha guarito la piccola Annabel: "Su quell'albero deve esserci stato Gesù in persona insieme a lei", ha dichiarato il medico, "perché ora non c'è niente che non va!"

Annabel Beam aveva solo quattro anni quando iniziò ad avere quelli che sua madre Christy chiamava “dolori al pancino”: dei dolorosi crampi addominali accompagnati da gonfiori accentuati. All’età di cinque anni, il suo intestino è diventato completamente ostruito, rendendo necessario il primo di quella che sarebbe diventata una lunga serie di interventi chirurgici. I medici non erano in grado di determinare il motivo per cui l’intestino e lo stomaco di Annabel non funzionassero come avrebbero dovuto. Nonostante le fossero state prescritte ben dieci medicine diverse, Annabel non poté mangiare né bere normalmente, e dovette usare un tubo di alimentazione.

Ma un giorno cadde da un albero. Per un rapporto causa-effetto che supera ogni possibile spiegazione logica, dopo questo incidente Annabel fu guarita.

Il mese scorso ho parlato con Christy Beam al telefono, e mi ha raccontato la storia della malattia rara di sua figlia, il suo pericoloso incidente e la sua inspiegabile guarigione. “Siamo così pieni di gioia”, ha commentato Christy, “così entusiasti perché la nostra storia può avere un impatto nel mondo, può fare la differenza. Ma a essere sinceri non è la nostra storia, è la storia di Dio. E il fatto che Dio usi noi per condividere la sua storia è davvero meraviglioso!”

Da quell’incredibile racconto nacque il libro best-seller “Miracles from Heaven: A Little Girl and Her Amazing Story of Healing“. Il 16 marzo la storia di Annabel uscirà in tutte le sale degli Stati Uniti, in un nuovo film con Jennifer Garner (nella parte di Christy Beam) e Queen Latifah.

Alla ricerca di una diagnosi

Preoccupata del declino continuo di sua figlia e temendo che Annabel potesse morire, Christy Beam  rifiutò di accettare la diagnosi ricevuta dalle strutture sanitaria vicino casa loro, in Texas. I dottori del luogo ritennero che tutto fosse dovuto a una forte intolleranza al lattosio; ma Christy era sicura che il problema di sua figlia fosse qualcosa di più serio. Infine i Beam sono andati dal Dr. Samuel Nurko, un pediatra gastroenterologo di fama nazionale nonché ricercatore presso l’Ospedale Pediatrico di Boston sui disturbi della motilità gastrointestinale.

Dopo mesi di chiamate telefoniche e lettere inviate, Christy non riuscì comunque a ottenere un appuntamento. Decise quindi di tentare il tutto per tutto, prendendo il primo volo per Boston insieme ad Annabel e portando personalmente il caso davanti al medico. La sua persistenza ha ripagato, e Dr. Nurko fu in grado di dare una diagnosi accurata della condizione di Annabel. Non uno solo, ma ben due dolorosissimi, incurabili e potenzialmente mortali disturbi digestivi: una pseudo ostruzione cronica intestinale, un raro disturbo che simula i sintomi dell’ostruzione dell’intestino; e un’ipomotilità antrale, in cui delle deboli contrazioni dell’antro dello stomaco causano uno svuotamento gastrico rallentato.

Dr. Nurko introdusse Annabel in uno studio che prometteva bene; ma siccome le furono prescritte medicine sperimentali con effetti collaterali potenzialmente gravi, doveva essere costantemente monitorata ogni sei settimane. Nonostante le ristrette possibilità della famiglia Beam, madre e figlia iniziarono a viaggiare spesso, permettendo al Dr. Nurko di controllare a dovere la sua giovane paziente.

Un incidente, e poi il miracolo

All’età di otto anni, di ritorno dall’ennesimo ricovero, Annabel uscì per giocare.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni