Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Luglio |
Santa Marta di Betania
home iconStorie
line break icon

Portate il soprannaturale sul posto di lavoro…in questo modo

Wave Break Media/Shutterstock

padre Dwight Longenecker - pubblicato il 10/03/16

Fate come questo conducente di treno, che lavorando tra sorrisi e preghiere ha portato il soprannaturale nel mondo naturale

Un po’ di tempo fa ho ricevuto una mail da un anziano signore inglese, che mi ha raccontato questa storia.

“Quando ho cominciato a lavorare in banca negli anni ’60, ogni lunedì mattina, prima di iniziare a lavorare, il mio superiore ci faceva andare tutti nella sala conferenze per un briefing. Ogni riunione era conclusa da queste parole: ‘Signori, ricordatevi che il vostro lavoro qui è semplice. Siete qui per servire i nostri clienti e azionisti. Dovete prendervi cura dei loro soldi, in modo saggio. Per fare questo voi ricevete un buon salario e avete un tornaconto personale, ma ricordate che siete qui per servire loro, e non voi stessi’. E poi recitava il Padre Nostro”.

Il mio corrispondente ha voluto far notare che la semplice azione di iniziare la settimana pregando aiutava ognuno a dare le giuste priorità lavorative. Certo, erano là per servire i propri clienti, ma il più grande scopo della vita non era quello di servire il re dei clienti, bensì il Re dei Re. Servire gli altri sul posto di lavoro diventava quindi parte della loro chiamata ad essere cristiani.

Come diventerebbe il nostro mondo se il principio del lavoro ispirato dalla preghiera fosse universale? Incontro tante persone infelici e concentrate su loro stesse. Che grandiosa libertà potrebbero avere se soltanto la smettessero di essere così ossessionate su di loro, e pensassero invece a servire il prossimo! Immaginate la trasformazione che potremmo sperimentare nelle nostre parrocchie, nelle nostre famiglie e nelle nostre vite personali se solo la smettessimo di servire “me, io e me stesso”, concentrandoci invece sul servire gli altri.

Pensate che sia una cosa sciocca?

Mi trovavo su un treno molto affollato che stava partendo dalla stazione di London Paddington, quando una voce allegra con un accento indiano disse dagli altoparlanti: “Buongiorno signore e signori, è il vostro autista che vi parla. Vi do il benvenuto a bordo e spero che sia un viaggio piacevole e rapido”.

  • 1
  • 2
Tags:
lavoropreghierasoprannaturale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
4
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni