Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Dal Medioevo all’ateismo

Condividi

La storia del pensiero occidentale… cosa è andato storto?

È una storia strettamente legata all’esigenza di comprendere la realtà, la vita, attraverso l’uso della ragione. Non si tratta di una caratteristica così scontata. Infatti non tutti i popoli hanno sviluppato discorsi filosofici, scientifici e, soprattutto, teologici così complessi e articolati come quelli della nostra civiltà.
Questo di per sé ha avuto anche degli effetti collaterali… il più rilevante è senz’altro quello degli scontri ideologici, che negli ultimi tre secoli hanno profondamente segnato la storia dell’Occidente. In primis dell’Europa.

Il prof. Franco Nembrini, commentatore della “Divina Commedia”, presidente della Federazione Opere Educative (FOE) dal 1999 al 2006 ed esperto di educazione, ci spiega il percorso che ci ha condotto da una civiltà nettamente cristiana, e medievale, fino alla secolarizzazione repentina delle nazioni del vecchio continente.

Dall’antichità al Cristianesimo

Franco Nembrini:

“C’è un punto della storia, che evidentemente dobbiamo capire, assolutamente significativo, che ha così cambiato la storia dell’umanità che gli uomini hanno cominciato a contare gli anni da quel giorno. Ed è la nascita di Cristo, l’avvento del Cristianesimo. Il Cristianesimo ha una natura speciale rispetto all’antichità. La storia umana ha registrato diversi tentativi di raggiungere Dio. Tutti gli uomini prima di Cristo hanno sentito o presentito l’esistenza di Dio, cercando di immaginarLo, di capire chi era e com’era. E sono nate le diverse religioni: tentativi degli uomini di arrivare a definire Dio. Questo mistero non conosciuto, che senza se non considerato rende la vita dell’uomo un deserto.Il Cristianesimo entra nella storia come un fenomeno diverso dalle altre religioni. Non più gli uomini che cercano di immaginare Dio, ma Dio che entra nella storia degli uomini. Dio che si rivela, incarnandosi e facendosi compagno agli uomini. Da questo giorno in poi gli uomini (europei, almeno!) sentono così rivoluzionata la vita, che cominciano a contare la storia dall’anno zero. Lentamente nei secoli, questo avvenimento, determina la vita degli uomini.”

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni