Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 07 Marzo |
Sante Perpetua e Felicita
home iconChiesa
line break icon

In cosa noi cristiani siamo diversi da chi non crede?

Shutterstock / Lightspring

padre Carlos Padilla - pubblicato il 11/02/16

Risponde un cittadino del II secolo stupito da un nuovo gruppo: “Vivono nella loro patria, ma come forestieri...”

In che modo Gesù rende diversa la nostra vita? Dov’è il sacro, dove sono i miracoli in una vita semplice apparentemente nascosta e silenziosa? Forse non viviamo come tutti? Non facciamo le stesse cose che fanno tutti? Non amiamo le stesse cose?

Lo diceva già una lettera del II secolo indirizzata a un certo Diogneto: “I cristiani né per regione, né per voce, né per costumi sono da distinguere dagli altri uomini. Infatti, non abitano città proprie, né usano un gergo che si differenzia, né conducono un genere di vita speciale”.

È vero. Viviamo dove vivono gli altri, e come loro. A volte vorremmo essere diversi, vivere in altri luoghi.

Ad alcune famiglie cristiane piacerebbe vivere in uno stesso paese, per curare la vita di Cristo tra loro. Proteggendosi un po’ dal mondo, che a volte sembra tanto ostile.

Ma mi piace pensare che essere cristiano è vivere in mezzo al mondo, nelle città di tutti, con un linguaggio comune. Può essere allora che mi piacciano le cose che piacciono ad altri. Lo stesso lago, la stessa barca. Le stesse realtà, gli stessi sogni.

Può essere che ci schiavizziamo con le stesse cose e dipendiamo dagli stessi amori. Che guardiamo gli stessi film e ci preoccupino cose simili. E allora in cosa ci distinguiamo da quelli che non credono a niente?

Prosegue la lettera: “Vivono nella loro patria, ma come forestieri; partecipano a tutto come cittadini e da tutto sono distaccati come stranieri. Ogni patria straniera è patria loro, e ogni patria è straniera. Si sposano come tutti e generano figli, ma non gettano i neonati. Mettono in comune la mensa, ma non il letto. Sono nella carne, ma non vivono secondo la carne. Dimorano nella terra, ma hanno la loro cittadinanza nel cielo. Obbediscono alle leggi stabilite, e con la loro vita superano le leggi. Amano tutti, e da tutti vengono perseguitati. Non sono conosciuti, e vengono condannati. Sono uccisi, e riprendono a vivere. Sono poveri, e fanno ricchi molti; mancano di tutto, e di tutto abbondano. Sono disprezzati, e nei disprezzi hanno gloria. Sono oltraggiati e proclamati giusti. Sono ingiuriati e benedicono; sono maltrattati ed onorano. Facendo del bene vengono puniti come malfattori; condannati gioiscono come se ricevessero la vita”.

Questa descrizione dei primi cristiani mi commuove sempre. La rileggo e mi rallegra tanto il fatto di essere cristiano, di essere di Cristo, di vivere per Lui. Ma a volte mi sento tanto lontano da questo ideale. Temo che essere del mondo mi faccia vivere come tutti, senza differenze.

  • 1
  • 2
Tags:
ateismochiesacristianesimocristiani
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
6
MADONNA
Maria Paola Daud
La curiosa immagine della Vergine Maria protettrice dal Coronavir...
7
Paola Belletti
Laura Magli, giornalista Mediaset: “Mi sento così amata dal...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni