Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

9 motivi per digiunare

Frédéric CAPPELLE/CIRIC
Condividi

La Bibbia ci dà numerosi esempi di digiuno

1. Intercessione generale per ottenere l’aiuto del Signore:

(Salmo 109:24) – Digiunare fino a far vacillare le ginocchia

2. In segno di pentimento e per evitare castighi:

La città di Ninive fa un digiuno collettivo all’ascolto della predicazione di Giona (Giona 3:4-7)

(Gioele 2:12) – “Ritornate a me con tutto il cuore,con digiuni, con pianti e lamenti”

3. In caso di pericolo:

(Deuteronomio 10:10) – “Or io rimasi sul monte, come la prima volta, quaranta giorni e quaranta notti; e l’Eterno mi esaudì anche questa volta: l’Eterno non ti volle distruggere”.

Saul digiunò prima della battaglia con i Filistei (cfr I Samuele 28: 20-22)

Achab digiunò dopo aver sentito la profezia di sventura pronunciata da Elia (I Re 21: 27)

Giosafat digiunò quando le nazioni gli mossero guerra (II Cronache 20: 3-4)

Davide digiunò prima dell’ingiusta persecuzione. Digiunò e fece penitenza (Salmo 35:13)

Di fronte alla minaccia di Nabucodonosor, gli Israeliti offrirono lode e intercessione, fecero penitenza e digiunarono. Allora il Signore ascoltò la voce e vide il loro disagio. (Giuditta 4: 9-15)

(Ester 4:16) – Ester dice a Mardocheo: “Va’, raduna tutti i Giudei che si trovano a Susa: digiunate per me, state senza mangiare e senza bere per tre giorni, notte e giorno; anch’io con le ancelle digiunerò nello stesso modo; dopo entrerò dal re, sebbene ciò sia contro la legge e, se dovrò perire, perirò!” (Ester andrà dal re per difendere il suo popolo, destinato a morire; andrà a smascherare il nemico. Ricorda l’appello della Vergine a Fatima, che si presentò con una stella sul suo vestito. Esther = stella).

4. Di fronte a decisioni e azioni importanti:

(Esodo 34:28) – Mosè è stato quaranta giorni e quaranta notti senza mangiare pane né bere acqua. E scrisse le nuove tavole della legge.

“Mentre essi stavano celebrando il culto del Signore e digiunando, lo Spirito Santo disse: «Riservate per me Barnaba e Saulo per l’opera alla quale li ho chiamati». Allora, dopo aver digiunato e pregato, imposero loro le mani e li accomiatarono”. (Atti 13: 2-3)

“Costituirono quindi per loro in ogni comunità alcuni anziani e dopo avere pregato e digiunato li affidarono al Signore, nel quale avevano creduto”. (Atti 14:23)

5. Nella battaglia contro il demonio:

“Ed egli disse loro: «Questa specie di demòni non si può scacciare in alcun modo, se non con la preghiera e col digiuno». (Marco 9:29)

Il vantaggio del digiuno nella battaglia è evidente anche in questi passaggi:

(Colossesi 1:24) – “Perciò sono lieto delle sofferenze che sopporto per voi e completo nella mia carne quello che manca ai patimenti di Cristo, a favore del suo corpo che è la Chiesa”.

(I Corinzi 9:25) – “Però ogni atleta è temperante in tutto; essi lo fanno per ottenere una corona corruttibile, noi invece una incorruttibile”.

(Galati 5:17) – “La carne infatti ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne; queste cose si oppongono a vicenda, sicché voi non fate quello che vorreste”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni