Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 17 Aprile |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Gesù, Maria e Giuseppe…degli zombie

web-zombie-nativity-scene-ohio-facebook-zombie-nativity-scene

Facebook-Zombie nativity scene

Omar Aguilar - Aleteia - pubblicato il 10/12/15

Stati Uniti: una famiglia in Ohio prepara un presepe molto particolare

Il padrone di casa dice che è solo una questione di “libertà d’espressione”. Ciò che è certo è che la rappresentazione della nascita di Gesù nel cortile di una casa di Sycamore Township (Ohio, Stati Uniti) ha sollevato un polverone in questa cittadina che in base al censimento del 2010 aveva circa 20.000 abitanti.

Il presepe in questione include le figure di Maria e Giuseppe, ma non hanno gli abiti e l’aspetto tradizionali.

I personaggi sono zombie.

Giuseppe e Maria appaiono come zombie, sangue e volti deformati inclusi. Gesù è un bambino, ma come i genitori è quello che si potrebbe considerare un miscuglio di zombie e alieno.

La famiglia aveva già suscitato scalpore l’anno scorso per lo stesso motivo, ovvero la particolare interpretazione della nascita di Gesù.

“Volevo un presepe da tempo, ho parlato di un presepe questo tipo (degli zombie) per molto”, ha detto Jason Dixon, il padrone di casa, alla filiale locale di Fox19.

La scena si completa con l’immagine macabra di tre zombie-re magi, uno dei quali tiene in mano una testa, il tutto sotto una luce sinistra. Dixon ha detto che si tratta solo di “libertà d’espressione” e ammette che suo padre odia l’idea.

Le autorità municipali di Sycamore Township hanno ordinato alla famiglia di ritirare la scena perché viola la regolamentazione della zona. Se non lo faranno, dovranno pagare una multa che ammonta fino a 500 dollari al giorno.

La famiglia ha spiegato che la scena è solo “una meravigliosa opera d’arte”. La libertà d’espressione funge da scudo a ogni tipo di aggressione e offesa a qualsiasi manifestazione religiosa sulla scena pubblica, in particolare ogni manifestazione cristiana.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
presepe
Top 10
See More