Aleteia
domenica 25 Ottobre |
Sant'Antonio Maria Claret
Chiesa

La Porta Santa di Istanbul sul confine del dialogo

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 08/12/15

Nella Cattedrale dello Spirito Santo si apre il Giubileo della Misericordia a un anno dalla visita di papa Francesco e nel segno dell'ecumenismo

Dalla strada la cattedrale cattolica dello Spirito Santo di Istanbul nemmeno si vede. La legge in Turchia prescrive che gli edifici di culto non affaccino direttamente sulla strada. Così i fedeli si raduneranno nel cortile davanti e con le fiaccole in mano attraverseranno la porta centrale che dalla sera dell’ 8 dicembre e fino al 20 novembre del 2016 sarà la Porta santa della diocesi aperta sull’anno santo straordinario per la celebrazione della misericordia di Dio.

Cathedral of the Holy Spirit Istanbul - it
Johnny K.

La stessa Porta santa per tutti i cattolici: armeni, siriaci, caldei e di rito latino. Tutti insieme perché l’unità della Chiesa sia visibile, come ha chiesto papa Francesco nella sua visita di un anno fa. Non è solo una questione di numeri – i cattolici in Turchia sono una piccola parte di un insieme di cristiani che comprende tra 100 mila e 150 mila persone, cioè lo 0,15% della popolazione – ma di mettersi sulla strada indicata da Bergoglio. “E’ un segno importante – spiega il francescano p. Anton Bulai, segretario generale della conferenza episcopale turca e delegato per i rapporti con il Vaticano a proposito del Giubileo – perché significa tornare a riunirsi dove abbiamo celebrato insieme, facendo unità nello Spirito Santo”.

Solo lo Spirito Santo – aveva detto papa Francesco il 29 novembre 2014 – può suscitare la diversità, la molteplicità e, nello stesso tempo, operare l’unità. Quando siamo noi a voler fare la diversità e ci chiudiamo nei nostri particolarismi ed esclusivismi, portiamo la divisione; e quando siamo noi a voler fare l’unità secondo i nostri disegni umani, finiamo per portare l’uniformità e l’omologazione. Se invece ci lasciamo guidare dallo Spirito, la ricchezza, la varietà, la diversità non diventano mai conflitto”.

All’apertura della Porta Santa sono stati invitati anche i cristiani ortodossi, aggiunge p. Bulai “per farli partecipi di questo evento della Chiesa cattolica”. Un evento che assume un significato ecumenico particolare nel ricordo di quanto accadde proprio 50 anni fa alla chiusura del Concilio ecumenico Vaticano II.

papa francesco con il patriarca bartolomeo 1 - it
© AFP PHOTO / OSSERVATORE ROMANO

Il 7 dicembre 1965 venne letto contemporaneamente a Roma e al Fanar, cioè la sede del Patriarca ecumenico di Costantinopoli, il testo della dichiarazione comune che eliminò dopo quasi mille anni le rispettive scomuniche del 1054. Dopo la lettura del documento, in Vaticano, ci fu un abbraccio di Paolo VI con il patriarca Melitone che rappresentava il patrirca Athenagoras, mentre scattava il più lungo applauso del Concilio Vaticano II.

Concilio Vaticano II en la Basílica de San Pedro - it
© DALMAS / SIPA

Per tutta la durata dell’anno santo, i gruppi e le comunità parrocchiali di Istanbul si organizzeranno per il passaggio della Porta santa nella cattedrale, dove troveranno la preghiera del Giubileo che è stata tradotta in turco. “In una città cosmopolita come Istanbul – sottolinea p. Bulai – anche gli ospiti e i turisti potranno, se vorranno, passare attraverso la Porta santa che è indicata sul sito del Giubileowww.im.va e trovare qui la possibilità di pregare nella propria lingua”.

Cathedral of the Holy Spirit Istanbul - it
Johnny K.

“L’anno santo – conclude p. Bulai – deve essere l’occasione per poter avviare una riflessione comune con i musulmani sul concetto di misericordia. L’Islam, così come il cristianesimo, conosce Dio misericordioso e questa attitudine deve esprimersi anche nei nostri rapporti interpersonali”.

Moschea_blu
CTV

Ad accogliere i pellegrini nella cattedrale dove celebrava la Messa Angelo Roncalli, il futuro san Giovanni XXIII, delegato apostolico di Turchia e Grecia tra il 1934 e il 1944, ci sarà il parroco, don Nicola Masedu, salesiano di origine sarda. E’ a Istanbul da 5 anni dopo essere stato missionario in Iran, a Betlemme e nel golfo Persico. L’anno scorso è stato lui ad accogliere papa Francesco, un evento che resta sempre vivo nella memoria della comunità: “anche qualche giorno fa – racconta –celebrando un matrimonio il 29 novembre ho augurato agli sposi che quel giorno fosse per loro indimenticabile come la visita di papa Francesco”.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
giovanni xxiiigiubileo della misericordiaistanbulpapa francescoporta santa
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni