Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La medicina offre un modo interessante (e gratuito) di essere felici

Condividi

Una teoria, detta “sopravvivenza del più generoso”, sostiene che la specie umana è riuscita a prosperare proprio grazie alla generosità. Il professor Sam Bowles, dell’Istituto Santa Fé (Stati Uniti), ha analizzato le società antiche e ha verificato che la generosità era una componente fondamentale della sopravvivenza delle comunità.

“Gruppi con molti altruisti tendono a sopravvivere”, ha dichiarato. Ciò vuol dire che abbiamo in noi la capacità di aiutare gli altri, soprattutto quelli che ci sono più vicini, per garantire la nostra sopravvivenza.

La generosità ci fa bene in altri modi. Il professor Stephen Post, autore di Why Good Things Happen to Good People (Perché le cose buone accadono a persone buone), ha esaminato gli indizi del fatto che essere grati e generosi fa bene alla salute. Uno studio condotto su 2.016 persone appartenenti a classi sociali diverse ha verificato che quelle che aiutavano regolarmente gli altri avevano più salute mentale e meno depressione.

Altri studi hanno constatato che le persone solidali hanno meno probabilità di soffrire di malattie croniche, e il loro sistema immunitario tende ad essere migliore. “Nelle persone grate e generose c’è un rapporto diretto tra benessere, felicità e salute”, afferma Post.

L’emozione più salutare dell’essere umano, secondo gli esperti di psicologia, non è l’amore, ma la generosità e la gratitudine. Essere grati aumenta le nostre capacità immunitarie, rendendoci più resistenti allo stress e meno predisposti alle malattie.

Le persone grate sono persone felici, mentre le persone ingrate sono tristi ed egoiste, perché niente le rallegra. Non sono mai soddisfatte; trovano sempre difetti, niente è abbastanza buono.

La generosità aiuta a regolare le emozioni, il che ha un impatto positivo sulla salute e sulla nostra mente. Se il nostro istinto biologico automatico del tipo “lottare o correre” resta troppo attivo a causa dello stress, ci sono conseguenze sul sistema cardiovascolare e le capacità immunitarie del corpo si indeboliscono.

“È difficile rimanere arrabbiati, risentiti o spaventati quando si dimostra amore altruista per gli altri”, sostiene Post. “La generosità può creare un’ondata significativa di cambiamenti intorno a noi”.

Uno studio del 2005 dell’Università Ebraica, in Israele, ha scoperto un legame tra la generosità e il gene che libera la dopamina, neurotrasmettitore che favorisce il benessere. La ricerca, pubblicata nel 1991 nel libro The Healing Power of Doing Good (Il potere curativo di fare il bene), ha verificato che le persone che avevano atteggiamenti gentili e generosi dicevano di avere una sensazione fisica positiva.

Molti hanno detto di sentirsi più carichi di energia, più calorosi, più calmi, con più amor proprio e autostima, fenomeno che viene descritto come “onda di aiuto”.

La generosità ha un altro punto in comune con la felicità: non può essere comprata. Deve quindi partire da dentro, è solo una questione di scelta. È un atteggiamento che adottiamo e che può fare la differenza nella vita degli altri, ma soprattutto nella nostra.

La buona notizia è che imparare ad essere generosi è facile. Basta compiere più atti di generosità rispetto a quelli a cui siamo abituati, e in modo regolare. Come?

Ad esempio, quando abbiamo una cosa di cui non abbiamo più bisogno, vendiamola. E se donassimo quell’oggetto a qualcuno che ne ha meno di noi o lo regalassimo a qualcuno che ne farà un buon uso, indipendentemente dal fatto che abbia più o meno di noi? Provateci!

In genere diamo agli altri abiti vecchi e che non ci vanno più bene. Avete già pensato di tirar fuori dall’armadio un indumento bello e DONARLO a quella persona che non se ne può comprare uno uguale? Guardate l’espressione di felicità sul volto di quella persona, e sentite quanto è bello poter far felice qualcuno!

Ci sono molte persone che soffrono di depressione per egoismo, e non conoscono la terapia della solidarietà.

Migliaia di persone praticano la generosità, senza ricevere in cambio niente di materiale. Restano soddisfatte con un “grazie” o un semplice sorriso.

Perché lo fanno? Perché si sentono bene ad aiutare il prossimo, dando senza ricevere nulla in cambio, aiutando chi ne ha bisogno e avendo compassione di chi è più bisognoso. È ottimo, vince l’egoismo e soddisfa l’anima. Avete visto mai quelle persone soffrire di depressione? Naturalmente non hanno tempo per pensarci!

Il segreto della felicità è trovare la nostra gioia nella gioia altrui.

 

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni