Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Boscardin
Chiesa

Papa Francesco in Africa: «L'unica cosa che mi preoccupa sono le zanzare»

Jeffrey Bruno

Andrea Tornielli - Vatican Insider - pubblicato il 25/11/15

Sul volo da Roma a Nairobi Francesco scherza con i giornalisti. «Nel viaggio di ritorno vi dirò perché ho voluto visitare il Centrafica»

Papa Francesco sta per atterrare in Kenya, nella prima tappa del viaggio africano che lo porterà anche in Uganda e nella Repubblica Centrafricana. «Io vado con gioia a trovare i kenyani, gli ugandesi e i fratelli del Centrafrica – ha detto al microfono prima di passare tra i sedili per salutare uno ad uno tutti i 74 giornalisti presenti sul volo – Vi ringrazio per ciò che farete perché questo viaggio dia frutti spirituali e materiali».

L’inviata di Paris Match ha relagato al Papa uno spray antizanzare, ma è stato un altro giornalista, in coda all’aereo, a chiedere se fosse preoccupato per la sua sicurezza: «L’unica cosa che mi preoccupa – ha risposto sorridendo Bergoglio – sono le zanzare!». E ha accompagnato la frase mimando il gesto di spruzzare il repellente sulle braccia.

L’inviato di I-Media, Antoine-Marie Izoard ha fatto vedere al Pontefice dallo smartphone un messaggio d’auguri dei suoi figli più piccoli, mentre la vaticanista di Tv2000 ha consegnato a Francesco un paio di cuffiette bianche facendogli ascoltare i saluti del direttore Lucio Brunelli e del responsabile del sito «Il Sismografo», Luis Badilla Morales, che ieri compiva gli anni.

A Valentina Alazaraki, giornalista di Televisa, il Papa ha parlato del viaggio in Messico dell’anno prossimo e dell’aggiunta di una quarta tappa a Ciudad Juarez. A Nestor corrispondente di una radio colombiana, Francesco ha detto di sperare che la firma della pace tra il governo e le Farc sia «una nuova aurora» per il Paese.

Prima di lasciare Casa Santa Marta, questa mattina, Francesco è stato salutato da un gruppo di undici donne e sei bambini. Le donne, italiane, rumene, nigeriane e ucraine, sono ospitate in una casa di religiose e sono tutte vittime di violenze o reduci da storie di prostituzione.

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
centrafricapapa francesco
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni