Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Quando sono i giovani della Palestina a scendere in campo per la pace

Condividi

L'iniziativa della Jec Palestina in programma sabato 24. In tutte le parrocchie i giovani chiamano a raccolta i coetanei di ogni fede per chiedere stop ad odio e vendette

«Seguo con grande preoccupazione la situazione di forte tensione e di violenza che affligge la Terra Santa. In questo momento c’è bisogno di molto coraggio e molta forza d’animo per dire no all’odio e alla vendetta e compiere gesti di pace. Per questo preghiamo, perché Dio rafforzi in tutti, governanti e cittadini, il coraggio di opporsi alla violenza e di fare passi concreti di distensione».

L’INIZIATIVA DELLA JEC

Le parole di Papa Francesco, pronunciate durante l’angelus di domenica 18 ottobre echeggiano tra i ragazzi della “Gioventù Cristiana di Palestina(JEC Palestine), promotori di una importante iniziativa fissata per le ore 18 di sabato 24 ottobre, vigilia della festa di Nostra Signora di Palestina (Fides, 20 ottobre)

PARROCCHIE UNITE PER LA PACE

In tutte le parrocchie cattoliche di Palestina, Israele e Giordania, si terrà una veglia di preghiera con cui i giovani di Terra Santa chiederanno al Signore il dono della pace, davanti all’escalation di violenza che sta di nuovo martoriando la terra di Gesù (Radio Vaticana, 21 ottobre). La JEC Palestine è presente, in particolar modo, nelle parrocchie di Betlemme, Gerusalemme, Ramallah, Nablus e Jenin.

L’IMPEGNO DEI GIOVANI

«I giovani vogliono pregare per la pace in tutto il Medio Oriente« spiega ancora Fides padre Bashar Fawadleh, cappellano della Gioventù cristiana di Palestina, «ma specialmente per la pace a Gerusalemme, che è la nostra città, la nostra capitale, la Città Santa della pace e che in questi giorni è di nuovo diventata teatro di sangue, violenza, sopraffazione e morte».

VEGLIA APERTA AD OGNI FEDE

La veglia è aperta a tutti i giovani della Terra Santa, non solo cristiani. Potranno partecipare anche giovani musulmani e ebrei, «e chiederemo insieme a Dio, Onnipotente e Misericordioso – conclude padre Bashar – di toccare i cuori degli uomini e di liberarli dall’odio, dalla paura e dalla sete di vendetta».

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.