Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Quelle suore Domenicane allo show di Oprah che insegnano come dialogare con il mondo

Condividi

Le Suore di Maria, Madre dell'Eucaristia, sono questo weekend su OWN Network

Era l’ultimo anno dello show di Oprah a Chicago, e lo staff di produzione stava passando in rassegna un po’ di storie che non aveva mai coperto in 25 anni di produzione. Una donna prendo allora la parola. Una comunità religiosa femminile “autentica”, suggerisce. Oprah esita un po’. “Pensi davvero che una comunità di questo tipo vorrebbe apparire nel mio programma?”, domanda e poi  dà ordine al suo staff di fare qualche telefonata. Quasi tutte le comunità contattate rispondono di no, tranne una: le Suore Domenicane di Maria, Madre dell’Eucaristia.

Fondata nel 1997 con base ad Ann Arbor, in Michigan, la comunità si è sempre interessata al confronto con la cultura. La Priora Generale, Madre Assumpta Long, e un consiglio di consorelle hanno pregato dopo aver ricevuto la richiesta, chiedendo consiglio.

“Suor John Dominic è amica di Amy Grant [la cantante], che aveva partecipato al programma di Oprah, per cui ha chiamato Amy per chiedere il suo parere”, ha ricordato suor Joseph Andrew, una delle fondatrici della comunità.

“Amy è stata molto incoraggiante, e quindi la Madre ha richiamato, ha detto ‘sì’ e ha chiesto quando sarebbero venuti per le riprese, e hanno risposto: ‘Questa domenica sera, e ce ne andremo nel tardo pomeriggio di lunedì’. Ed è andata proprio così”.

Le Domenicane di Maria sono apparse due volte nello show di Oprah nel 2010 – il 2 febbraio e poi il 23 novembre, dopo di che la troupe televisiva le ha seguite ad Ann Arbor per filmare una professione di voti e la celebrazione successiva. In entrambi gli episodi sono apparse varie professe e novizie mentre in studio c’erano suor Mary Judith, suor Maria, suor Maria Catherine e le quattro fondatrici: Madre Assumpta, suor Joseph Andrew, suor John Dominic e suor Mary Samuel.

Cinque anni dopo, il 17 ottobre le suore sono intervenute al programma Where are they now? (Dove sono ora?) sull’OWN Network di Oprah.

“Dopo che i produttori ci hanno spiegato cosa aveva intenzione di fare questa terza volta abbiamo accettato”, ha detto suor Joseph Andrew. “Lo staff apparentemente ha detto ‘Riportate le suore!’ Oprah stessa ci ha detto quattro anni fa che eravamo state il terzo programma più popolare di quell’anno. Penso che anche lei sia rimasta sorpresa, ma penso anche che fosse molto aperta alla grazia di Dio”.

Suor Maria Catherine, intervistata sul set a Chicago, ha detto che quando i membri della troupe di Oprah si sono presentati per la prima volta nella loro casa madre “era chiaro che non avevano la minima idea di cosa fare con noi”. Quando sono andati per la seconda volta, però, erano molto più consapevoli della routine delle suore. “Avevano iniziato a pensare a noi come a delle spose – faceva piacere vedere come coglievano la nostra vita di preghiera e la nostra consacrazione. Era più facile fare tutto tenendo conto di Gesù, perché per loro era una cosa meno estranea”.

L’ultima visita è stata più breve. La troupe ha seguito alcune suore che erano state intervistate in precedenza e ha “catturato” alcuni dei talenti nascosti dei membri della comunità, come cantare, roteare le bacchette, fare giochi di destrezza con le arance e decorare torte nuziali.

I produttori hanno anche chiesto alle suore cosa fosse cambiato dall’ultima volta che sono apparse nello show, e c’erano varie cose da condividere – la loro comunità ha continuato a crescere e ad espandersi. Con più di 120 suore (il doppio rispetto a dieci anni fa), la casa madre è diventata troppo piccola, per cui stanno usando temporaneamente un centro cattolico a Huntington, nell’Indiana, e stanno costruendo un nuovo priorato nella diocesi di Austin, in Texas. Ordine dedito all’insegnamento, la comunità ora serve in sette Stati, includendo sette diocesi e tre arcidiocesi. Ha aperto nuove missioni a San Francisco, Chicago, Peoria e St. Clair Shores, e ha la sua prima missione internazionale a Roma. Le sue missioni estive sono cresciute e si è aggiunta un’atra iniziativa televisiva con EWTN, lanciando anche un programma di istruzione virtuale che viene usato nelle scuole cattoliche del Paese e nelle comunità per l’insegnamento domestico.

Questo elenco potrebbe non sorprendere un cattolico che conosce il grande lavoro delle religiose e la crescita esplosiva dei nuovi ordini religiosi negli ultimi anni, ma questi sforzi non ottengono sempre l’attenzione dei media.

Ma le Suore Domenicane di Maria si sono mai preoccupate di come sarebbero state dipinte nello show di Oprah?

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni