Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 22 Giugno |
San Luigi Gonzaga
home iconStile di vita
line break icon

Dopo 25 anni, un detenuto si offre di aiutare il giudice malato che lo condannò

WWWNews

Razões para acreditar - pubblicato il 22/09/15

Non serba rancore, perché pensa che la condanna lo abbia fatto diventare un uomo migliore

Lo statunitense Charles Alston, 62 anni, vive da 25 in un penitenziario di New York.

Condannato per furto con scasso dal giudice Carl Fox, 61 anni, Alston ha saputo che Fox soffre di leucemia e gli ha scritto offrendosi di donare il proprio midollo.

Lei è stato il giudice del mio processo, nel quale sono stato condannato a 25 anni di prigione”, si legge nella lettera.

So che sta cercando un donatore di midollo compatibile. Io posso essere compatibile o meno, ma sono disposto a fare il sacrificio se è necessario”.

Alston garantisce di non serbare alcun rancore per la condanna, visto che a suo avviso se non fosse stato condannato non sarebbe diventato un uomo migliore.

Pur se molto toccato e colpito dal gesto, il giudice non ha potuto accettare l’offerta perché i detenuti non possono fare donazioni di sangue o di midollo per l’alto rischio di malattie infettive.

Sono rimasto emozionato e completamente sorpreso”, ha commentato il giudice Fox.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
carcereleucemiaredenzione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
7
MORNING
Philip Kosloski
Preghiera mattutina per chiedere a Dio di benedire la nostra gior...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni