Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Perché il cattolicesimo è così poco attraente per gli evangelici?

© Phil Whitehouse
Condividi

La testimonianza di un ex evangelico convertito al cattolicesimo

di K. Albert Little

Da giovane evangelico, tendevo a distinguere nettamente i cattolici dai cristiani.

Non erano sinonimi, e molto spesso un cattolico non era, a mio avviso, un cristiano.

Quando i cattolici si presentavano ai nostri corsi di esegesi evangelica del Nuovo Testamento, venivano identificati immediatamente con un gruppo concreto di persone: i farisei.

I farisei con la loro religione.

Stupidi farisei”, pensavamo, “non riconoscerebbero il Messia neanche se togliesse loro il fango dagli occhi!”.

Ho detto che noi eravamo quelli intelligenti?

Ad essere onesto, eravamo fuori luogo, e quello che commettevamo era il tipico errore protestante: identificavamo i farisei con la religione e la religione con ciò che è negativo.

Gesù ha condannato i farisei. I farisei erano religiosi. Ergo, la religione è negativa.

La logica sembra schiacciante.

Zwingli, padre del movimento anabattista, la pensava allo stesso modo. Dal suo punto di vista, la vita sacramentale della Chiesa cristiana medievale era troppo religiosa. Un punto di vista che persiste ancora oggi nella fede evangelica.

Credo che il cattolicesimo non sia attraente per gli evangelici per due ragioni.

In primo luogo, molti dei miei compagni evangelici ed io diffidiamo implicitamente della religione. Ciò è dovuto, in grande misura, a una mancanza di comprensione delle interazioni di Gesù con i farisei e alle radici storiche della Riforma. Riformatori come Zwingli hanno smantellato il sistema sacramentale cristiano, e noi, gli evangelici di oggi, abbiamo ereditato quello che restava.

Guardando in prospettiva, una lettura molto migliore della condanna di Gesù dei farisei, una lettura molto più consistente del loro comportamento e del loro orientamento generale nei confronti di questi leader ebrei, è che condanna la loro religione vuota.

La loro falsa pietà.

In una stanza piena di evangelici convertiti, ad ogni modo, scommetterei con sicurezza che tutti abbiamo sentito prima questo sermone: la religione è negativa. Naturalmente, ci innervosisce qualsiasi cosa abbia una parvenza di religione per paura di cadere nella presunta trappola dei farisei.

Per questo, rifiutiamo naturalmente il cattolicesimo in tutte le sue trappole religiose.

Che succede con i cattolici?

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni