Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 08 Febbraio |
Beata Giuseppina Bakhita
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Papa Francesco “liberate padre Paolo Dall’Oglio”

Le jésuite Paolo Dall’Oglio porté disparu – it

© KENZO TRIBOUILLARD / AFP

Le jésuite italien Paolo Dall'Oglio porté disparu en Syrie

Lucandrea Massaro - Aleteia - pubblicato il 27/07/15

L'appello del pontefice all'Angelus di ieri e le iniziative italiane per non dimenticare il religioso rapito in Siria

All’Angelus di ieri il Papa ha rivolto "un accorato e pressante appello" per la liberazione di padre Paolo Dall’Oglio, il gesuita rapito due anni fa in Siria. Accanto a lui Francesco ha voluto mettere anche i vescovi ortodossi, in questo suo costante tessere la tela dell’ecumenismo attraverso “il sangue dei martiri”. Per questo Francesco auspica "il rinnovato impegno delle autorità locali e internazionali". Un appello che fa dire che in Vaticano nessuno crede (o vuole credere) che il gesuita italiano sia morto.

Questa opinione è anche quella del giornalista di Gr Rai, vaticanista ed esperto di Medio Oriente oltre che amico personale di padre Paolo Dall’Oglio, Riccardo Cristiano che – assieme ad altri 9 giornalisti – ha voluto dare vita ad una associazione intitolata proprio al religioso da due anni nelle mani dei jihadisti, “Giornalisti amici di padre Dall’Oglio”.

Chi siete e come nasce questa iniziativa?
Riccardo Cristiano: I soci fondatori sono 10, tutti amici di Paolo con cui ci siamo tenuti in contatto dopo il sequestro. L’idea era che fosse necessario fare qualcosa. Per noi è molto importante che ci siano, in questa iniziativa, anche i tre colleghi della rivista Popoli, pubblicazione per la quale Paolo scriveva.

Quali le finalità?
Cristiano: La finalità è il ricordo e l’attualizzazione delle opere e dei discorsi di Paolo Dall’Oglio, perché ci sono delle intuizioni sulle quali riflettere e mettere in opera. Molte cose che sono successe in Siria sono state comprese da Paolo assai prima che accadessero, in primis sulla questione dei profughi siriani e dell’enorme pressione che questa crisi umanitaria avrebbe prodotto in Medio Oriente e sull’Europa. Hanno sequestrato un uomo, non possono sequestrare il suo pensiero

Che ne pensi dell’appello del Papa?
Cristiano: C’è un filo di speranza. La frase “uno stimato religioso” è una espressione bellissima “mi appello alle autorità locali e internazionali” poi è molto interessante come discorso, esiste un qualche canale che può fare qualcosa? Serve per capire se è ancora vivo? La diplomazia vaticana è al lavoro? Parrebbe di sì. Speriamo…

Prossime tappe?
Cristiano: Prossimamente proveremo a pubblicare gli atti di un convegno svoltosi a Marzo, e poi cercare di recuperare il materiale in arabo che Paolo produceva per una sua trasmissione su Orient TV. Presto saremo a Milano dove presenteremo l’associazione e dove un altro pezzo di realtà ecclesiali e culturali si potranno unire. A Roma Sant’Egidio, Civiltà Cattolica e Città Nuova a Milano coinvolgeremo Aggiornamenti Sociali e gli amici di Popoli, poi si vedrà…

Tags:
padre paolo dall ogliopapa francescosiria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Daily prayer
And today we celebrate...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
See More
Newsletter
Get Aleteia delivered to your inbox. Subscribe here.