Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 23 Maggio |
San Desiderio da Genova
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Trasumanesimo: non è solo fantascienza

WEB-Robonaut-NASA-CC – it

NASA-CC

Eugene Gan - pubblicato il 01/07/15

Una buona domanda da porci è questa: come tutto questo ci porterebbe più vicini a Dio e al prossimo? Lottare contro la concupiscenza non è mai stata una battaglia facile e non lo sarà mai. Richiede formazione, dialogo e partecipazione. La prima Lettera di Pietro (3, 15) ci ricorda di essere pronti a dare una spiegazione a chiunque ci chieda la ragione della nostra speranza in Gesù: scegliamo di leggere, riflettere, pensare e pregare su questi argomenti in mezzo ai nostri programmi impegnati? Questi argomenti, del resto, sono fondamentali per i media che incontriamo oggi. Lungi dall’essere esoterici, emergono facilmente nelle conversazioni. Siamo pronti a sforzarci per eliminare la confusione? E siamo pronti a parlare e a testimoniare la nostra speranza in Gesù o ci allontaniamo impauriti da partecipazione e dialogo?

Abbiamo già trapiantato con successo la testa di una scimmia sul corpo di un’altra. Questo è stato interpretato dai transumanisti come la prova del fatto che possiamo trasferire personalità e coscienza. L’implicazione di questa impostazione è che l’anima è trasferibile, e che anima, consapevolezza e personalità sono proprietà quantificabili, non attributi unici donati da Dio. In base a questa logica equivoca, se siamo creati a immagine e somiglianza di Dio, questo non riduce Dio a un mero costrutto umano? Ma come la scimmia che ha finito per sopravvivere 7 giorni prima che il corpo rigettasse la testa, siamo sulla via della perdita della nostra testa con questo tipo di pensiero. Il dottor Robert White, il neurochirurgo che ha eseguito la procedura di trapianto di testa, ha ammesso che possiamo solo presumere che la consapevolezza di una scimmia sia stata trasferita all’altra, anche se si è subito premurato di assicurare i suoi ascoltatori che era stata trasferita anche la personalità della scimmia.

Nel film Amazing Spider-Man, il dottor Connors sviluppa un siero che gli permette di far ricrescere un braccio che aveva perso. Funziona, ma purtroppo questo lo trasforma anche in una terrificante creatura lucertola che secondo la lucertola è superiore all’umanità: “Perché mai essere umani quando possiamo essere tanto di più? Più veloci. Più forti. Più intelligenti”. Lo stesso si constata nella storia delle origini di Capitan America, al quale viene iniettato un siero che trasforma il suo corpo facendolo passare da proporzioni delicate a quelle di un supersoldato. La differenza è che Capitan America mantiene il suo forte senso di eroismo, coraggio, sacrificio e integrità anche dopo il cambiamento. Il siero lo ha trasformato senza cancellare quello che è. In altre parole, il cambiamento è stato costruito sulla sua natura umana. Un modo simile di pensare può essere applicato alla tecnologia. In genere, quando la tecnologia costruire non distrugge la natura umana, e può essere positiva. Ad esempio, rimpiazzare un arto perso da un soldato in battaglia con uno artificiale, basato sulla tecnologia, può essere positivo. Questa idea può essere paragonata alla grazia di Dio. La grazia ci trasforma per essere più simili al nostro amato Dio, ma non distrugge la nostra natura umana. Lungi da questo, la grazia costruisce sulla natura umana. Tenete a mente che la Chiesa vede la tecnologia come una cosa meravigliosa. Siamo chiamati a vedere la tecnologia come un’estensione dell’uomo, non l’uomo come un’estensione della tecnologia. San Giovanni Paolo II ce lo ricorda nella sua lettera apostolica Il Rapido Sviluppo: “Non abbiate paura delle nuove tecnologie! Esse sono «tra le cose meravigliose» – «inter mirifica» – che Dio ci ha messo a disposizione per scoprire, usare, far conoscere la verità, anche la verità sulla nostra dignità e sul nostro destino di figli suoi, eredi del suo Regno eterno”.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
transumanesimo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni