Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 08 Marzo |
San Giovanni di Dio
home iconStile di vita
line break icon

Sesso occasionale: non c’è niente di naturale

Billy-Wilson-CC

Connie Marshner - pubblicato il 24/06/15

Non sorprende che possa esistere solo con l'aiuto di un miscuglio tossico di sostanze chimiche

A Los Angeles, una 26enne è quasi morta il mese scorso per un coagulo di sangue nel cervello. La causa? Un contraccettivo orale.
In Inghilterra una 21enne, Fallan Kurek, è morta la scorsa settimana dopo aver assunto un contraccettivo orale per soli 25 giorni. Le era stato prescritto dal medico per “regolarizzare il ciclo”.

Il farmaco era il Rigevidon, un mix di etinilestradiolo e levonorgestrel prodotto in Ungheria. È uno dei contraccettivi orali di nuova generazione che utilizzano ormoni sintetici. Il British Medical Journal riferisce che questi nuovi mix sono da due a tre volte più letali della generazione precedente di contraccettivi orali fatti con il levonorgestrel.

Quando l'Enovid, il primo anticoncezionale orale, è stato autorizzato dalla Food and Drug Administration nel 1957, c'era l'avvertenza che nessuna donna avrebbe dovuto assumerlo per più di 24 mesi.

Finora milioni di donne hanno preso contraccettivi orali per miliardi di anni-donna.

Ora ci sono anche i contraccettivi pluriennali, impiantati sotto la pelle e che richiedono un medico per essere rimossi. Nel numero di giugno di Vogue (che rivela quale sia il target di mercato), c'è un annuncio pubblicitario a pagina intera con tre (!!!) pagine di smentite per il Nexplanon. Le pagine mettono in guardia contro tutto, dalla depressione all'acne, dalla gravidanza ectopica a gravi coaguli sanguigni.

Probabilmente la maggior parte delle donne in Inghilterra – come in America – è consapevole di quello che mangia. Si preoccupa dei pesticidi nella propria insalata e degli ormoni nella carne. Cerca cibo organico perché non vuole sostanze chimiche strane nel proprio corpo. Deplora gli atleti che usano medicinali che migliorano le prestazioni.

Perché, allora, non ha la stessa preoccupazione per gli effetti dei contraccettivi sul corpo? Perché una 21enne dovrebbe prendere etinilestradiolo e levonorgestrel e altri ormoni e steroidi dai nomi impronunciabili?

Per alcune – come nel caso della povera Fallon Kurek –, il motivo è che un medico (forse pigro, forse troppo carico di lavoro) ha detto che avrebbe risolto il problema dei cicli irregolari.

Per altre, può essere perché un medico ha detto che avrebbe curato l'acne. È quello che è accaduto alla mia compagna di stanza del college. Una volta che ha iniziato a prendere la pillola ha cominciato a fare sesso, visto che sapeva che non ci sarebbero state conseguenze.

Questo è ovviamente il motivo per il quale la maggior parte delle donne trasforma il proprio corpo in discariche tossiche. Non riesce ad affrontare la vita senza poter fare sesso con il motto “ogni momento è quello giusto”, come afferma la pubblicità, il che significa che non riesce a immaginare la vita senza contraccettivi orali.

Questo provoca un problema per i bambini non nati, perché se la conseguenza è il sesso libero da “effetti collaterali” e un piccolo effetto collaterale si impianta in qualche modo in un utero, c'è solo un modo per eliminarlo, e si chiama aborto.

Non sarebbe più facile per le donne adulte vivere con la propria fertilità naturale intatta?

Nessuno lo chiede a causa dei cambiamenti dello stile di vita che potrebbe implicare.

Ma… non puoi intendere… non puoi parlare di castità, no?

La castità ha un grave problema di identità, venendo percepita come l'antitesi del divertimento, che viene identificato con il sesso.

Dawn Eden praticava questa equazione. “I sentimenti disconnessi che risultano dai rapporti sessuali extramatrimoniali possono essere emotivamente disastrosi”, ha scritto nel suo libro The Thrill of the Chaste.

La Eden ha giocato a questo gioco per anni. “Ripensando a esperienze di appuntamenti che erano sembrati tanto spontanei e appassionati”, è arrivata a vederli “per quelli che erano: accoppiamenti freddi e cinici. Non riguardavano l'eccitazione. Riguardavano il controllo”.

Nei suoi rapporti sessuali, sapeva che “il dolore della separazione sarebbe arrivato, ma non mi avrebbe colpito tanto profondamente perché l'avrei visto arrivare”. Non era solo un oggetto sessuale. Stava rendendo anche il suo partner un oggetto di questo tipo. Lui usava lei, e lei faceva lo stesso con lui.

Dirsi fin dall'inizio che il rapporto non sarebbe durato era il modo per mettere a tacere le proprie emozioni.

Il sesso occasionale non cerca relazioni permanenti. Spinge le donne a diventare sterili, a riempire il proprio corpo di sostanze chimiche potenzialmente pericolose di modo che possano essere pronte per il sesso ma non per la maternità.

Qual è l'alternativa?

Amare pienamente e completamente in ogni relazione, nel modo appropriato alla relazione stessa, dice la Eden.

Chi può essere contrario al concetto di amare pienamente e completamente in un modo appropriato?

È la definizione di castità della Eden. Sembra un'alternativa naturale agli ormoni sintetici e ad altre sostanze chimiche. Anche organiche.

Connie Marshner è una ricercatrice pro-life e pro-family, attivista e scrittrice. Questo articolo è stato pubblicato in origine sulla Human Life Review, la pubblicazione trimestrale che da 40 anni pubblica articoli su tutti gli aspetti del movimento in difesa della vita umana.

[Traduzione dall'inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
contraccezionesessualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Lucandrea Massaro
Blasfemia a Sanremo: “Perché mi percuoti?”
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
7
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni