Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 07 Maggio |
San Domenico Savio
home iconStile di vita
line break icon

La vita sessuale dopo i figli

<a href="http://www.shutterstock.com/en/pic.mhtml?id=113824207&amp;src=id" target="_blank" />Happy senior couple in love</a> © kurhan / Shutterstock

<span>&lt;a href=&quot;</span>http://www.shutterstock.com/en/pic.mhtml?id=113824207&amp;src=id<span>&quot; target=&quot;_blank&quot; /&gt;</span>Happy senior couple in love<span>&lt;/a&gt; &copy;&nbsp;</span>kurhan&nbsp;/&nbsp;<span style="line-height:20.799999237061px;">Shutterstock</span>

Editrice Cléofas - pubblicato il 06/05/15

Il fatto di non poter generare altri figli non impedisce di avere un atto sessuale pieno

Dio ha dotato la vita sessuale della coppia di profonda originalità e senso, unitivo e procreativo. Ha voluto che l'essere umano fosse materiale e spirituale, una sorta di bella sintesi dell'animale che ha solo il corpo e di un angelo che è solo spirito. Dotandolo di un corpo, ha voluto che l'uomo fosse sessuato come gli animali, ma la sua vita sessuale dovrebbe essere guidata non dall'istinto, come nel caso degli animali, ma dall'anima, e illuminata dall'intelligenza, abbellita dalla libertà, condotta dalla volontà e vissuta nell'amore. E dovrebbe essere vissuta per sempre.

La coppia non deve mai pensare che Dio sia lontano nel momento della sua unione più intima, perché questo atto è santo e santificatore nel matrimonio e voluto da Dio. L'atto sessuale al suo giusto posto, nel matrimonio, ben inteso nei suoi aspetti spirituale e psicologico, è uno degli atti più nobili e significativi che l'essere umano possa realizzare, perché è la “fonte della vita” e della “celebrazione dell'atto coniugale”. La virtù della castità, più che consistere nella rinuncia al sesso, significa il suo uso adeguato.

Il dottor Alphone H. Clemens, direttore del Centro di Consulenza della Catholic University of America di Washington, D.C. (Stati Uniti), ha detto che l'atto sessuale “è un atto di grande bellezza e profondo significato spirituale, perché l'amore coniugale tra due cristiani in stato di grazia è una fusione di due corpi che sono templi della Trinità, e una fusione di due anime che partecipano della stessa vita divina… Dall'altro lato, usato con proprietà, diventa una fonte di unione, armonia, pace e aggiustamento. Intensifica l'amore tra lo sposo e la sposa, e funziona come scudo contro l'infedeltà e l'incontinenza. La personalità umana integrale, anche nei suoi aspetti soprannaturali, è arricchita dal sesso, una volta che anche l'atto dell'amore coniugale merita grazie” (Clemens, 1969, p. 175).

Raoul de Gutchenere afferma in Judgment on Birth Control che “è stato riconosciuto già da tempo che i rapporti sessuali producono effetti psicologici profondi, soprattutto sulla donna. In generale, l'atto d'amore coniugale provoca rilassamento, forza, fiducia in se stessi, soddisfazione, sensazione generale di benessere, senso di sicurezza e una disposizione che porta a dimenticare attriti e tensioni di minore importanza nella coppia” (Apud Clemens, p. 177).

Non invano San Paolo raccomandava già duemila anni fa ai coniugi cristiani: “Non astenetevi tra voi se non di comune accordo… perché satana non vi tenti nei momenti di passione” (1 Co 7,5).

Rifiutare il sesso senza motivo può rappresentare non solo un'ingiustizia nei confronti del coniuge, ma anche il pericolo di esporlo all'infedeltà e di esporre il matrimonio al fallimento. Questo dimostra che le coppie non devono rimanere molto tempo separate, qualunque sia il motivo, soprattutto per ragioni non rilevanti. L'allontanamento prolungato delle coppie può provocare una situazione di stress soprattutto per l'uomo, anche nella terza età. Alcuni riescono a superare questa astinenza sessuale forzata con una sublimazione religiosa, ma non tutti hanno la stessa disposizione.

Il Catechismo della Chiesa Cattolica afferma che “la sessualità esercita un'influenza su tutti gli aspetti della persona umana, nell'unità del suo corpo e della sua anima. Essa concerne particolarmente l'affettività, la capacità di amare e di procreare, e, in un modo più generale, l'attitudine ad intrecciare rapporti di comunione con altri” (CCC n. 2332).

Anche quando la coppia ha raggiunto un'età matura e non può più procreare – la maggior parte delle volte per via della menopausa della donna –, la vita sessuale va avanti e con tutta la sua forza. L'uomo soprattutto ha una vita sessuale fino al momento della morte, ed è in questo periodo che la vita sessuale della coppia può essere più armoniosa di prima. In questa fase della vita, in cui i figli sono già cresciuti e la coppia ha più tempo per conversare, passeggiare, ecc., la relazione tende ad essere migliore di prima, se ci si ama. E visto che la vita sessuale è “manifestazione dell'amore”, l'atto sessuale della coppia matura ha tutto ciò che serve per essere più armonioso e soddisfacente per entrambi. L'età genera esperienza.

In questo periodo le preoccupazioni relative ai figli e alla vita economica in genere diminuiscono, e ciascuno si unisce di più all'altro, anche per le necessità dell'età. Mi sono imbattuto in varie coppie che sono giunte all'armonia sessuale, ovvero alla piena soddisfazione sessuale, solo in questa fase della vita.

In realtà, come hanno detto gli esperti menzionati in precedenza, la vita sessuale di una coppia matura è un tonico e un motivo di realizzazione e felicità. Il fatto di non poter generare altri figli non impedisce di avere un atto sessuale pieno, e quindi se non c'è l'aspetto procreativo c'è quello unitivo che lo giustifica.

L'amore della coppia è un segno dell'amore di Dio per l'umanità, e l'atto sessuale riflette la forza e la grandezza di quell'amore, a qualsiasi età.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
famigliasessualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
2
Gaudium Press
Sapevi che la fede nuziale può avere la forza di un esorcismo?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Best of Web
Muore per 20 minuti, si sveglia all’improvviso e racconta d...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
7
VANESSA INCONTRADA
Gelsomino Del Guercio
Vanessa Incontrada: ho scelto di battezzarmi a 30 anni per ritrov...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni