Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 16 Settembre |
Santi Cornelio e Cipriano
home iconApprofondimenti
line break icon

Le domande scomode sui cristiani gettati in mare

AFP PHOTO / MARINA MILITARE

padre Giulio Albanese - Città Nuova - pubblicato il 19/04/15

La notizia delle agenzie sull'ennesima tragedia del Mediterraneo ha stavolta connotati religiosi che pongono interrogativi seri che non possono limitarsi allo scontro tra religioni

Si legge in questi giorni: “Sbarchi, rissa sul gommone per motivi religiosi, gettati in mare dodici cristiani”. Questa è la notizia secca data dalla stampa nostrana in queste ore. Gli accusati sono musulmani, gli uomini gettati in mare invece di religione cristiana.
Un messaggio di questo tipo pone inevitabilmente dei quesiti. Anzitutto perché è successo? A quale gruppo etnico appartengono le opposte fazioni? Sul gommone c’è stata una disputa teologica tra disperati? O non sarà che avranno litigato per una coperta?  
Sempre sulle agenzie leggiamo: “In dodici, nigeriani e ghanesi, sono stati gettati in mare dai loro compagni di viaggio”. Mentre quelli arrestati “provengono dal Mali, Senegal, Guinea Bissau e soprattutto della Costa d’Avorio”. Chiedo scusa ai lettori per questa domanda scomoda, ma non potrebbero esserci anche altri moventi? Ad esempio, il governo nigeriano e quello ghanese sono stati ripetutamente coinvolti nelle missioni dell’Ecomog (The Economic Community of West African States Monitoring Group) in Africa Occidentale e spesso la loro presenza in alcuni Paesi è stata percepita negativamente.
Una cosa è certa:  quanto è avvenuto è gravissimo, ma prima di parlare di uccisioni "solo" per motivi religiosi, per favore andiamoci piano. Insomma, aspettiamo l'esito finale dell'inchiesta che comunque non sarà facile anche perché determinare con certezza la nazionalità dei profughi e la loro appartenenza religiosa è sempre molto difficile. La materia è delicatissima perché occorre scongiurare lo scontro tra le civiltà.

QUI L'ORIGINALE

Tags:
migranti africani

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
5
Gelsomino Del Guercio
Don Ambrogio Villa: il demonio mi ha fatto vergognare durante un ...
6
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni