Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Indigenti turisti ai Musei Vaticani grazie a papa Francesco

© AWR / ALETEIA
Condividi

Dopo le docce e il barbiere, ora la cultura. Presto, inoltre, il secondo sorteggio della lotteria di beneficenza del pontefice

Papa Francesco ha autorizzato che 150 indigenti visitino il 26 marzo i Musei Vaticani e la Cappella Sistina. Dopo la visita organizzata con le migliori guide, i poveri tanto amati da Francesco ceneranno nel ristorante del prestigioso museo.

L’Osservatore Romano, il quotidiano della Santa Sede, lo ha annunciato questo martedì, e la notizia è stata confermata da altre fonti vaticane.

 

La visita è un’iniziativa dell’Elemosineria Apostolica, l’ufficio che ha il compito di praticare la carità a favore dei poveri a nome del papa ed è diretto da monsignor Konrad Krajewski (don Corrado).

Il vescovo polacco, seguendo le indicazioni di papa Francesco, fin dall’inizio del pontificato si è prodigato in varie iniziative per aiutare i poveri che vivono nelle strade adiacenti al Vaticano e nella diocesi di Roma.

Dopo l’inaugurazione del servizio di docce e del barbiere a febbraio, ora i “senzatetto” avranno accesso alla cultura e a una cena speciale in loro onore.

Divisi in tre gruppi, accederanno ai Musei nel pomeriggio, parteciperanno a una Messa nella Cappella Sistina nella quale è stato eletto papa Francesco e poi condivideranno il pasto.

Le guide accompagneranno gli “ospiti speciali” del papa lungo il percorso per visitare il Museo Pio-Clementino, le stanze di Raffaello e l’Appartamento Borgia passando per la scala del Bramante, tra gli altri settori.

Gli ultimi saranno i primi…

La Cappella Sistina è stata riservata a loro: i turisti, che pagano un prezzo medio di 15-25 euro al giorno, rimarranno con la voglia di vedere gli affreschi di Michelangelo.

I Musei Vaticani hanno un’estensione di oltre 7 chilometri. Nel 2013 hanno accolto 5.459.000 visitatori provenienti da tutto il mondo. Le visite medie in una giornata sono tra 20.000 e 25.000. Il numero approssimativo delle opere presenti nei Musei è di 100.000 pezzi. I Musei Vaticani sono al terzo posto tra i musei più visitati al mondo.

A febbraio don Corrado ha anche regalato 300 ombrelli dimenticati dai turisti agli indigenti.

Nel pontificato di Francesco, i “senzatetto” occupano un posto speciale, come si è visto domenica scorsa, quando hanno aiutato in Piazza San Pietro a consegnare il Vangelo tascabile che il papa ha regalato ai pellegrini presenti alla recita dell’Angelus.

Lotteria per aiutare i bisognosi

Dall’altro lato, il pontefice ha espresso la propria gratitudine per la cifra raccolta con la lotteria di beneficenza destinata alle sue opere di carità, il cui sorteggio è avvenuto a gennaio, e ha disposto che l’intera somma venga consegnata a don Corrado.

La seconda edizione della lotteria terminerà con la solennità dei santi apostoli Pietro e Paolo, patroni di Roma, e il sorteggio avrà luogo il 30 giugno alla presenza di una commissione che garantirà la procedura. Anche questa volta la cifra raccolta verrà consegnata direttamente al papa, come nell’edizione precedente.
 

Il Santo Padre, constatando la partecipazione e la generosità di tante persone, ha messo a disposizione più premi perché l’iniziativa si ripeta. Ogni biglietto costa 10 euro ed è possibile acquistarli alle Poste e in altri uffici del Vaticano, inclusi i Musei.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni