Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 20 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Moscardin
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Francesco innamorato della misericordia

AFP PHOTO / OSSERVATORE ROMANO/HO

CITE DU VATICAN, Vatican City : TOPSHOTS<br /> This handout picture released on January 6, 2014 by the Vatican press office shows Pope Francis (L) carrying a lamb on his shoulders as he visits the parish of the Sant&#039;Alfonso Maria de Liguori during the Epiphany day in Rome. AFP PHOTO / OSSERVATORE ROMANO/HO

Chiara Santomiero - Aleteia - pubblicato il 13/03/15

Il tema della misericordia è fondamentale per Bergoglio, già dal motto episcopale: "Miserando atque eligendo"

La misericordia “è l’elemento centrale dell’esperienza umana e spirituale di Papa Francesco”, anzi “è l’architrave del suo messaggio di speranza per l’uomo di oggi”. Lo dice venerdì 13 marzo mons. Marcello Semeraro, vescovo di Albano e segretario del C9, in un’intervista (Avvenire 13 marzo). E infatti il pontefice lo ha messo al centro del Giubileo straordinario che si aprirà l'8 dicembre del 2015.

Ma alla misericordia è legato anche il suo motto episcopale “Miserando atque eligendo”. La frase viene dalle omelie di san Beda il Venerabile, il quale, commentando l’episodio evangelico della vocazione di san Matteo, scrive: «Vidit ergo lesus publicanum et quia miserando atque eligendo vidit, ait illi Sequere me» (Vide Gesù un pubblicano e siccome lo guardò con sentimento di amore e lo scelse, gli disse: Seguimi). L’omelia ha un particolare  significato nella vita del Papa, come lui stesso ha raccontato nella prima intervista a padre Antonio Spadaro, direttore della "Civiltà Cattolica".

Nella festa di san Matteo dell’anno 1953, il giovane Jorge Bergoglio sperimentò, a 17 anni, la presenza di Dio nella sua vita. Dopo una confessione, si sentì toccare il cuore ed avvertì la misericordia di Dio, che con sguardo di tenero amore, lo chiamava alla vita religiosa, sull’esempio di Sant’Ignazio di Loyola. Nella sua idea lui è solo uno a cui Dio ha guardato con grande misericordia.

Alla misericordia dedicò anche il primo Angelus il 17 marzo 2013 lo aveva dedicato alla misericordia: “Eh, fratelli e sorelle, il volto di Dio è quello di un padre misericordioso, che sempre ha pazienza! Avete pensato voi alla pazienza di Dio, la pazienza che lui ha con ciascuno di noi? Eh, quella è la sua misericordia”. Poi citò un libro del cardinale Kasper proprio sulla misericordia: “In questi giorni, ho potuto leggere un libro di un cardinale – il cardinale Kasper, un teologo in gamba, eh?, un buon teologo – sulla misericordia. E mi ha fatto tanto bene, quel libro”. E spiegò: “Il cardinale Kasper diceva che sentire misericordia, questa parola cambia tutto. È il meglio che noi possiamo sentire: cambia il mondo. Un po’ di misericordia rende il mondo meno freddo e più giusto. Abbiamo bisogno di capire bene questa misericordia di Dio, questo padre misericordioso che ha tanta pazienza”.

Il 17 novembre 2013 in Piazza San Pietro inoltre Papa Francesco fece distribuire, suscitando lo stupore di tutti, 20 mila scatolette di una "medicina" miracolosa. Nel bugiardino nella scatoletta si leggeva: “Come mezzo di prevenzione si assume una volta al giorno e in casi urgenti tante volte quante chiede la tua anima". Le scatolette si chiamavano "Misericordina”e contenevano un rosario. L’idea era venuta ad alcuni seminaristi polacchi devoti di santa Faustina Kowalska, iniziatrice del culto della Divina Misericordia, festa molto cara anche a Giovanni Paolo II che ne stabilì il culto nella prima domenica dopo Pasqua.

Tags:
papa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
5
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
CONFESSION, PRIEST, WOMAN
Gelsomino Del Guercio
Segreto, psicologo e assoluzione: 3 consigli per una corretta Con...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni