Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 14 Aprile |
Beato Rolando Rivi
home iconStile di vita
line break icon

Chi ha la risposta a ciò di cui hanno bisogno le donne?

Lotus-Carroll-CC

padre Robert McTeigue, SJ - pubblicato il 10/02/15

Stavo riguardando uno dei miei libri preferiti, Another Sort of Learning, di padre James Schall, S.J. Il sacerdote fa riferimento al saggio The Education of Women di Jacques Maritain. Padre Schall ha inviato il saggio alla sua amica Anne Burleigh. Ecco una parte della risposta della Burleigh:

… sembrerebbe così importante far capire agli studenti che il modo in cui “agiscono” è intimamente collegato alla loro vita intellettuale. Non possono pensare bene se non agiscono correttamente, e agire bene è qualcosa che non viene in modo del tutto naturale. Qualcuno deve aiutarli a pensare a queste cose. Idee e convinzioni sono molto emozionanti. Richiedono grande passione, cuore tenace e mente disciplinata. Richiedono grande movimento della volontà, nel senso di decidere di puntare la propria vita su di loro, di morire per loro se necessario. Mi sembra che le ragazze dovrebbero capirlo. Le ragazze sono così naturalmente disponibili a dare tutto ciò che hanno… Ed è lì che sono così vulnerabili. Bisogna dare la cosa giusta alla persona giusta nelle circostanze giuste.

La Burleigh osserva che la capacità femminile di autodonazione è una causa fondamentale della vulnerabilità delle donne, e che parte della maturità femminile consiste nell’imparare come donare in modo saggio e corretto, come ha detto, “la cosa giusta alla persona giusta nelle circostanze giuste”. È a questo riguardo che i cattolici possono guardare all’esempio della Madonna. Ella è il modello per le donne; è il faro da seguire nell’intreccio presente (e di fatto antico) in cui si trovano.

Nei miei articoli sugli uomini, ho scritto che Satana odia Dio e tutto ciò che Dio ha creato. Satana progetta di distruggere ciò che è umano – che è l’apice della creazione divina. Satana odia l’autentica mascolinità, e quindi cerca di minarla e di sostituirla con qualcosa che è innaturale e quindi empio. L’odio di Satana per ciò che è umano (e quindi mascolino) si vede anche nel suo odio per ciò che è femminile. Nella lettera apostolica Mulieris Dignitatem (n. 30), papa San Giovanni Paolo II ha scritto:

Il «serpente antico» vuole divorare «il bambino». Se vediamo in questo testo il riflesso del vangelo dell’infanzia (cf. Mt2, 13. 16), possiamo pensare che, nel paradigma biblico della «donna», viene inscritta, dall’inizio sino al termine della storia, la lotta contro il male e il Maligno. Questa è anche la lotta per l’uomo, per il suo vero bene, per la sua salvezza. La Bibbia non vuole dirci che proprio nella «donna», Eva-Maria, la storia registra una drammatica lotta per ogni uomo, la lotta per il suo fondamentale «sì» o «no» a Dio e al suo eterno disegno sull’uomo?

Al capitolo 3 della Genesi vediamo che il serpente semina sfiducia nel cuore di Eva. Il suo fallimento nel fidarsi di Dio e del suo patto (insieme al fallimento di Adamo) provoca una catastrofe. Il progetto divino per l’umanità sembra crollato quasi nelle sue fasi iniziali, ma Dio parla con la ferma determinazione di un amore testardo in Genesi 3:15: “Io porrò inimicizia tra te e la donna, tra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno”. Nel progetto divino, l’incrinatura provocata dalle bugie del serpente e dalla sfiducia di Eva sarà ricomposta da verità e fiducia. E a questo riguardo possiamo far riferimento a un libro che meriterebbe di essere ristampato dall’editore.

Joyce Little, nella sua splendida opera The Church and the Culture War: Secular Anarchy or Sacred Order, scrive:

Maria è la nostra guida più affidabile a Cristo, la persona nella posizione migliore per attestare la verità di Cristo, proprio perché è sua madre. Conosce suo Figlio come nessun altro tra noi, e visto che Dio le ha affidato il suo unico Figlio, suo Figlio ci ha affidati alla sua guida. Quando Maria consiglia ciascuno di noi dicendoci “Fate quello che vi dirà”, ci sta assicurando che possiamo affidarci a lui. Facendo questo, ella invita ciascuno di noi a fare ciò che nell’ordine creato è la suprema caratteristica femminile, nella fattispecie arrenderci a un altro… Se Cristo è la verità, Maria è la fiducia. E la verità, perché personale e materiale, non può essere efficace nel nostro mondo a meno che non ci affidiamo a Lui. Per questa ragione Cristo richiede la mediazione femminile di sua madre, perché solo una madre può offrirci la fiducia di questa donna che è in modo unico la madre di Dio.

Cristo è la verità – Maria è la fiducia. Il potere liberatore e guaritore del “fiat” di Maria alla Verità che è suo figlio e il Figlio di Dio è il rimedio ai progetti di Satana, alla sfiducia di Eva e al fallimento di Adamo.

“Perché le donne oggi sembrano tanto infelici?” Se sono infelici, può essere perché hanno risposto male alle domande “Cosa vogliono le donne?”, “Di cosa hanno bisogno le donne?” La risposta brillante e vissuta a queste domande si ritrova in Maria, Vergine e Madre. 

Padre Robert McTeigue, S.J.è membro della provincia del Maryland della Compagnia di Gesù. Docente di Filosofia e Teologia, ha una lunga esperienza in direzione spirituale, ministero di ritiri e formazione religiosa. Insegna Filosofia presso la Ave Maria University ad Ave Maria, Florida, ed è noto per le sue lezioni di Retorica ed Etica Medica.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
donnefemminismo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
3
WIND COUPLE
Catholic Link
7 qualità per scegliere il partner secondo la Bibbia
4
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
5
Divina Misericórdia
Gelsomino Del Guercio
Il Papa celebra domenica la Divina Misericordia. Ma perchè questa...
6
FEMALE DOCTOR,
La Croce - Quotidiano
Atea e obiettrice di coscienza da 10 anni: “non ce la facev...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni