Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconNews
line break icon

Filomena Di Gennaro: la vita è bella e vale la pena viverla

© Rai Tre

Aleteia - pubblicato il 29/01/15

La donna allievo carabiniere in sedia rotelle dopo i proiettili del suo ex racconta la sua rinascita

Sono passati nove anni da quella tragica sera, quando Filomena "Milena" Di Gennaro, allievo maresciallo dei carabinieri, accetta di incontrare il suo ex fidanzato che non aveva accettato questa rottura. I due si vedono in strada a pochi passi dall’abitazione di Filomena. "E’ finita, mi dispiace" le dice, ma l’uomo, accecato dalla gelosia le scarica l’intero caricatore della pistola addosso. Da quel giorno perde completamente l’uso delle gambe.

Vale la pena ricominciare
Potrebbe essere tutto finito, svaniti i sogni di diventare un ufficiale dei carabinieri e di avere una vita come aveva sempre sognato. E invece l’imprevisto che non ti aspetti testimoniato dalla home page del suo blog. "La vita è bella e vale la pena viverla" campeggia al centro della pagina una frase che ha un sapore speciale. La sua vita è rinata in un incontro.

La mia vita è bella
In un post intitolato "Oggi e (è) il tempo", apparso sul suo blog, racconta con piglio poetico la sua affezione al presente, senza tralasciare nulla, con la semplice voglia di esserci, di vivere: "’Oggi’ però vuole essere abbracciato e coccolato, vuole essere vissuto ed amato, in ogni sua notizia, in ogni sua emozione, in tutte le sue sensazioni… qualsiasi esse siano… Oggi la mia vita è bella ed è un tempo bello, da catturare in una lacrima, da conservare in un’ampolla come una magica pozione della felicità, della vita…"

Un matrimonio e 3 figli
Filomena è viva per miracolo, ha perso l’uso delle gambe ma non la voglia di vivere. Oggi è una moglie e madre di due gemelli di quasi 3 anni. Ed è proprio al marito che Filomena deve la vita. Si sono conosciuti a Roma frequentando la scuola per diventare maresciallo dei carabinieri. "Lui mi è stato sempre vicino e mi ha consigliato di non incontrare il mio ex a casa. Seguire il suo consiglio mi ha salvato la vita. Il mio futuro marito è venuto con me ed è stato il primo a soccorrermi dopo gli spari del mio ex. Veniva a trovarmi tutti i giorni in ospedale, così abbiamo potuto conoscerci e ci siamo innamorati". (FanPage.it, 28 gennaio)

Tags:
testimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni