Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

La Chiesa oggi: da Medjugorje alle terre di confine

© Mate T. Vasilj / ...your local connection / Flickr
Condividi

Dai pendii scoscesi e petrosi del Podbrdo alla Chiesa lontano da Roma

di Fania Petrelli

Milioni di pellegrini, infinite conversioni. Trent’anni anni di apparizioni. A cadenza quasi regolare. Uno sconosciuto paesino di 3000 abitanti in un angolo della Bosnia Erzegovina, diventa una dei luoghi più visitati al mondo. Un flusso di fedeli che non si è mai interrotto, neanche negli anni bui della guerra fratricida e del disfacimento della Jugoslavia. Il film documentario vuole raccontare la storia di un luogo che a partire dal 24 giugno del 1981 – quando sei ragazzi e ragazze, poco più che bambini, affermano di aver visto e parlato con la Madonna – è al centro del dibattito politico, religioso, medico. Durante questi 30 anni si sono alternate, a volte scontrate, indagini scientifiche e commissioni teologiche, così come si sono confrontate opinioni all’interno della stessa chiesa cattolica. Nel 2010, Papa Benedetto XVI  costituisce una nuova commissione internazionale di studio, formata da canonisti, mariologi e cardinali, e presieduta dal cardinale Camillo Ruini. Il 18 gennaio del 2014 la commissione ha consegnato il suo rapporto. La decisione spetta ora a Papa Bergoglio. Ma, al di là della storia, delle polemiche, delle indagini, c’è un’altra verità. Inconfutabile. Sono gli oltre un milione di pellegrini che ogni anno giungono a Medjugorje da ogni parte della terra. Organizzati o spontanei, i gruppi di fedeli che attraversano i cinque continenti per raggiungere la piccola città bosniaca crescono di anno in anno. Ascolteremo queste testimonianze di fede, uomini e donne che hanno salito i pendii scoscesi e petrosi del Podbrdo e che ci raccontano questo percorso di cambiamento e conversione.

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni