Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 06 Agosto |
Sant'Oswaldo di Northumbria
home iconNews
line break icon

Shiloh Pitt, la bambina che vuole essere maschio

AFP PHOTO / ROBYN BECK

Actor Brad Pitt and children Pax Jolie-Pitt (L), Shiloh Jolie-Pitt (C) and Maddox Jolie-Pitt arrive for the U.S. premiere of Universal Pictures "Unbroken," December 15, 2014 at the Dolby Theatre in Hollywood, California. AFP PHOTO / ROBYN BECK

Aleteia - pubblicato il 22/12/14

Il caso della figlia di Brad Pitt e Angelina Jolie apre il dibattito sull'ideologia gender

Il primo piano della famiglia Pitt-Jolie sul red carpet di Los Angeles per la prima di “Unbroken” ha fatto il giro del mondo. Ma ciò che ha colpito gli innumerevoli fans è stato l'abbigliamento maschile della piccola Shiloh Pitt, figlia naturale della coppia di Hollywood. “In abito scuro e cravatta e taglio di capelli da maschiaccio” si legge su Huffington Post (17 dicembre) "Shiloh si è lasciata fotografare accanto al padre e ai fratelli. Sono in molti ad aver parlato di scelta discutibile.”

© AFP PHOTO / ROBYN BECK

Vuole essere chiamata John
A otto anni Shiloh Pitt porta i capelli corti, ama vestirsi da maschio e preferisce essere chiamata John. Mamma Angelina non pare turbata dall'indole della figlia, anzi. "Rispettiamo le sue scelte", ha dichiarato l'attrice che con il marito Brad Pitt è da sempre in prima linea sul fronte del rispetto e dell'impegno per la tutela delle persone omosessuali. (Panorama, 19 dicembre)

Si sente un ragazzo?
"Vorrei essere come i miei fratelli" aveva dichiarato Shiloh, probabilmente esprimendo un desiderio di ammirazione e di stima (come succede normalmente nelle famiglie) più che di “cambiamento sessuale”. Ma nel 2010 Angelina Jolie aveva spiegato per la prima volta a Vanity Fair la "particolarità" della sua bambina. "Mia figlia – aveva detto – si sente un ragazzo. Per questo le abbiamo tagliato i capelli. Ama vestirsi da uomo, vuole essere come i suoi fratelli". E Brad aveva aggiunto: "Finora l’avevo sempre chiamata 'Sh'”, ma lei continuava a interrompermi e a chiedermi di chiamarla John".

La nonna contrariata
Non è della stessa idea nonna Jane, attivista repubblicana e madre di Brad. Che nel 2012, durante la campagna elettorale per le presidenziali Usa, si schierò con forza a fianco di Mitt Romney. Prendendo posizione contro i matrimoni gay in una lettera pubblicata online. Quella volta i «Brangelina» si arrabbiarono non poco. Come del resto quando la donna – non contenta del look maschile di Shiloh – si ostinò per mesi a comprarle vestiti «da principessa», nel tentativo di farle «cambiare idea». Un atteggiamento bollato come «irrispettoso» da Angelina. (Corriere.it, 18 dicembre)

Nomi senza radici
Sulla scelta dei nomi su cui si è orientata la coppia Pitt-Jolie, ilGiornale (20 dicembre) commenta così: "Quella dei nomi assurdi è una sua specialità (riferendosi in particolare ad Angelina) magari se Shiloh si fosse chiamata Maria le cose avrebbero preso una piega migliore. Ma nulla è per caso: dare ai figli i nomi dei nonni o dei santi significa inserirli in una tradizione, dar loro nomi senza radici è una pratica nichilista che rompe preziose continuità." 

Tags:
ideologia gender
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
DEVIL, 2020, ADVERTISING
Gelsomino Del Guercio
Il potere malefico degli angeli cattivi: fin dove può arrivare il...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
Gelsomino Del Guercio
“Non ne posso più”. Così il Curato d’Ars preannunciò la sua morte
5
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
6
CARLO ACUTIS
Violeta Tejera
La prima vetrata che ritrae Carlo Acutis in jeans e scarpe da gin...
7
Gelsomino Del Guercio
Secondo una leggenda la Madonna di Montevergine è “brutta&#...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni