Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 22 Settembre |
San Maurizio
home iconApprofondimenti
line break icon

Malala riceve ad Oslo il Nobel per la pace

AFP

A picture taken on February 18, 2014 shows Pakistani schoolgirl Malala Yousafzai, who survived being shot in the head by the Taliban, leaving after attending a press conference at the Zaatri refugee camp, near the Jordanian border with Syria. The chairman of the Norwegian Nobel Committee, Thorbjorn Jagland, announced that Malala Yousafzai has been awarded the Nobel Peace Prize 2014 at the Nobel Institute in Oslo on October 10, 2014. AFP PHOTO/STR

Radio Vaticana - pubblicato il 10/12/14

La giovane sogna di diventare Primo Ministro del Pakistan "per servire il mio Paese" e trasformarlo "in una nazione sviluppata"

"Malala è diventata una fonte di ispirazione per le ragazze e i giovani in generale in Pakistan", in molte vogliono diventare "leader" come lei e "servire" il Paese "con lo stesso spirito", in particolare per l'impegno profuso "nel settore dell'educazione". È quanto riferisce all'agenzia AsiaNews Amjad Gulzar, direttore esecutivo di Caritas Pakistan, commentando la consegna ufficiale oggi ad Oslo – del Nobel per la pace a Malala Yousafzai, la più giovane vincitrice nella storia dell'ambito riconoscimento.

La 17enne attivista pakistana, di religione musulmana, lo scorso ottobre è stata insignita del riconoscimento, assieme all'omologo indiano Kailash Satyarthi, induista, in prima linea nella difesa per i diritti dei bambini. Personalità del mondo della politica, della società civile, ma anche giovani e semplici cittadini, racconta il responsabile Caritas, riconoscono "il servizio" svolto dalla giovane per il Pakistan. Si tratta di un "onore" per una nazione che, spesso, è nota per gli attacchi dei miliziani, "islamizzazioni" forzate, attacchi suicidi e la guerra aperta contro l'istruzione femminile.

Malala Yousafzai – già vincitrice un anno fa del premio Sakharov – il 9 ottobre 2012 è rimasta vittima di un attentato talebano nella Swat Valley, area montagnosa della provincia di Khyber Pakhtunkhwa, al confine con l'Afghanistan, roccaforte degli estremisti. È stata colpita mentre si trovava a bordo dello scuolabus che l'avrebbe accompagnata a casa, dopo le lezioni del mattino.

La giovane, salvata grazie a una campagna di mobilitazione internazionale, era diventata famosa nel 2009 all'età di 11 anni, per aver tenuto un blog sul sito in lingua locale della Bbc in cui denunciava gli attacchi dei fondamentalisti islamici pakistani contro le ragazze e gli istituti scolastici femminili.

In una intervista rilasciata alla vigilia della consegna del Nobel , la giovane ha dichiarato di voler intraprendere una carriera in politica. Dopo aver completato gli studi in Gran Bretagna, Malala – che non ha mancato di sottolineare l'assenza dei premier di Pakistan e India alla cerimonia – afferma di aspirare alla carica di Primo Ministro "per servire il mio Paese" e trasformarlo "in una nazione sviluppata" in cui ogni bambino "gode del diritto allo studio". La sua fonte di ispirazione è Benazir Bhutto, due volte premier e assassinata da estremisti islamici nel dicembre 2007. 

QUI L'ORIGINALE

LEGGI QUI I NOSTRI ARTICOLI SU MALALA YOUSAFZAY

Tags:
malalanobel per la pace
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni