Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 17 Aprile |
Santa Kateri Tekakwitha
home iconSpiritualità
line break icon

Quando le anime in Purgatorio ritornano dai morti

Keoni-Cabral-CC

Susan E. Wills - Aleteia - pubblicato il 04/11/14

Nel 1815 Marguerite Demmerlé, che viveva nella diocesi francese di Metz, è stata visitata da un’anima che si è identificata come sua suocera, morta di parto trent’anni prima, e le ha chiesto di recarsi in pellegrinaggio al santuario di Nostra Signora di Mariental e di far celebrare due Messe per lei. Marguerite le ha chiesto un segno, e l’anima ha messo la sua mano sul libro che Marguerite stava leggendo – “L’imitazione di Cristo” -, lasciando l’impronta sulla pagina aperta. La suocera le è riapparsa dopo il pellegrinaggio e dopo che erano state dette le Messe per ringraziarla e dirle che era stata liberata dal Purgatorio.

Nel 1875 Luisa Le Sénèchal, morta da due anni, è apparsa al marito Luigi nella loro casa di Ducey, in Francia. Chiedendo le sue preghiere, ha lasciato segni bruciati delle sue cinque dita sul suo berretto da notte come prova concreta per la figlia della richiesta di far dire delle Messe per il riposo della sua anima.

Nel Piccolo Museo del Purgatorio si può vedere una dozzina di altri oggetti di questo tipo.

Questi esempi non hanno l’intenzione di scioccare o terrorizzare, e se ne possono trovare molti di più nei libri scritti dal gesuita francese del XIX secolo padre F.X. Schouppe, ad esempio in “Purgatorio spiegato”. Il gesuita scriveva:

Dandoci un avvertimento di questo tipo, Dio ci mostra una grande miserocordia. Ci esorta nel modo più efficace ad assistere le povere anime sofferenti e ad essere vigili per quanto ci riguarda.

Se la Chiesa non afferma di conoscere la natura della sofferenza delle anime del Purgatorio, i commenti del papa emerito Benedetto XVI e gli scritti di Santa Caterina da Genova (1447-1510), soprattutto il suo “Il Trattato del Purgatorio”, sono istruttivi. La Santa ha descritto il Purgatorio non come un luogo avvolto dalle fiamme, ma piuttosto come uno stato in cui le anime sperimentano il tormento delle fiamme interiori riconoscendo la propria profonda peccaminosità di fronte alla perfezione della santità di Dio e al Suo amore per loro.

Il beato John Henry Newman ha composto una bellissima preghiera per le anime in Purgatorio. In questo mese dedicato ai defunti, faremmo bene a recitarla spesso.

Preghiera per i fedeli defunti del beato John Henry Newman

O DIO degli Spiriti di tutta la carne, o Gesù, Amante delle anime, ti raccomandiamo le anime di tutti i tuoi servi che sono morti con il segno della fede e dormono il sonno di pace. Ti supplichiamo, o Signore e Salvatore, che come nella Tua misericordia Ti sei fatto uomo, così ora Tu possa affrettare i tempi e ammetterle alla Tua presenza. Ricorda, o Signore, che sono Tue creature, non fatte da strani dei, ma da Te, l’unico Dio Vero e Vivente; perché non c’è altro Dio all’infuori di Te, e nessuno che può eguagliare le Tue opere. Fa’ che le loro anime si rallegrino alla Tua luce, e non imputare loro le loro iniquità, che hanno commesso per la violenza della passione o le abitudini corrotte della loro natura. Perché anche se hanno peccato, hanno sempre creduto fermamente nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo, e prima di morire si sono riconciliate con Te con vera contrizione e i sacramenti della Tua Chiesa.

O Signore, Ti imploriamo, non ricordarti dei peccati della loro giovinezza e della loro ignoranza, ma in base alla Tua grande misericordia ricordati di loro nella Tua gloria celeste. Possano i cieli aprirsi a loro, e gli angeli gioire con loro. Possa l’Arcangelo San Michele condurli a Te. Possano i Tuoi santi angeli venire a prenderli e portarli nella Gerusalemme celeste. Possa San Pietro, a cui Tu hai dato le chiavi del Regno dei Cieli, accoglierli. Possa San Paolo, vaso d’elezione, stare presso di loro. Possa San Giovanni, il discepolo amato, che ha ricevuto la rivelazione dei segreti del cielo, intercedere per loro. Possano tutti i Santi Apostoli, che hanno ricevuto da Te il potere di legare e slegare, pregare per loro. Possano tutti i Santi ed eletti di Dio, che in questo mondo hanno sofferto tormenti per il Tuo Nome, assisterli; liberi dalla prigione, possano essere ammessi alla gloria del Tuo regno, dove con il Padre e con lo Spirito Santo Tu vivi e regni unico Dio, mondo senza fine.

Venite in loro aiuto, voi tutti Santi di Dio; ottenete per loro la liberazione dal loro luogo di punizione; andate loro incontro, voi tutti Angeli; ricevete queste anime sant e presentatele al Signore. L’eterno riposo dona loro, o Signore. E splenda ad essi la luce perpetua. Riposino in pace. Amen.

Susan E. Wills è editore esperto di spiritualità dell’edizione inglese di Aleteia

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
purgatorio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
5
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
6
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
7
Paola Belletti
È cieco chi vede in Isabella solo la sindrome di Down
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni