Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Quali sono i piatti preferiti di papa Francesco?

© ALESSIA GIULIANI/CPP
Condividi

Un cuoco della Guardia Svizzera rivela in un libro le ricette più apprezzate in Vaticano

Un giovane cuoco della Guardia Svizzera ha appena lanciato un libro con le ricette preferite dei papi, tra le quali il “dulce de leche” argentino e il “pierogi” polacco.

David Geisser, 24 anni, formatosi come cuoco in un noto ristorante, ha presentato ufficialmente questo martedì il suo libro “Buon appetito” con le ricette dei piatti più apprezzati in Vaticano dai suoi compagni della Guardia Svizzera ma soprattutto da pontefici e prelati.

Nella lista di dessert non poteva mancare il “dulce de leche”, un dolce tradizionale dell'America Latina che corrisponde a una variante caramellata del latte, tra i preferiti di papa Francesco.

Uno dei piatti più tipici della cucina polacca, il “pierogi”, una specie di pasta ripiena di vari tipi simile ai ravioli, era uno dei piatti che Giovanni Paolo II richiedeva maggiormente.

Si dice che dopo il grave attentato del 1981, nel quale due proiettili gli hanno raggiunto lo stomaco, il papa polacco sia riuscito a recuperare le forze con quel piatto a lui tanto familiare.

Nel menù del papa argentino, che da quando è stato eletto nel marzo 2013 non è tornato nel suo Paese, figurano le “empanadas”, la “colita de cuadril” – una ricetta di carne – e naturalmente il “dulce de leche”.

Nel libro appaiono anche le ricette preferite del Segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin, e del prefetto della Casa Pontificia, monsignor George Gaenswein, segretario del papa tedesco Benedetto XVI, amante della cucina bavarese.

Ad ogni modo, “è in Italia la cucina migliore del mondo”, ha commentato in occasione della presentazione del testo il comandante della Guardia Svizzera, Daniel Anrig, senza che nessuno lo smentisse.

[Traduzione a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.