Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconChiesa
line break icon

Fuori dalla Messa nera di Oklahoma City, preghiere e proteste

George-Martell-Pilot-Media

Aleteia - pubblicato il 22/09/14

I cattolici, giunti anche dal Texas, hanno pregato in riparazione e per la conversione dei satanisti

di Patrick B. McGuigan

Di fronte a una consistente presenza di forze di polizia intorno all’Oklahoma City Civic Center, questa domenica, 21 settembre, centinaia di persone si sono riunite per pregare – e alcune per protestare –, mentre un numero ristretto di individui passava i punti di controllo per entrare alla “messa nera” annunciata da un gruppo satanico.

È stato il culmine di mesi di discussioni tra i leader cattolici, in particolare l’arcivescovo Paul S. Coakley, e i funzionari del Civic Center di Oklahoma City sull’ipotesi di dover permettere o meno che il rito satanico si svolgesse in una proprietà pubblica.

Può essere stata la prima volta nella storia americana che una messa nera – un’oscena inversione della Messa cattolica – è stata realizzata così apertamente, e molte persone che protestavano l’hanno vista come un emblema di quanto la società si sia allontanata da Dio nel migliore dei casi e un preoccupante punto di svolta nel peggiore.

Alle 5.45 c’era già una grande folla davanti al Civic Center, anche se la messa nera era prevista per le 7.00. Non tutti erano di Oklahoma City.

“Credo che sia un segno, una manifestazione del declino della civiltà occidentale e cristiana”, ha affermato Jim Miller di Colleyville, Texas. “Si possono sicuramente vedere le vie del diavolo, i modi in cui Satana sta cercando di trascinare verso il basso il nostro Paese e la nostra cultura”.

La folla di circa 1.500 persone era a maggioranza cattolica, ma c’erano anche circa duecento protestanti. Se la maggior parte dei non cattolici si è unita ad alcune delle preghiere guidate dal gruppo cattolico, alcuni erano ostili, con striscioni che deridevano la venerazione per la Vergine Maria. La maggioranza degli striscioni era però diretta contro la messa nera, che uno striscione definiva “discorso di odio”.

“Satana porte le anime all’inferno per l’eternità”, si leggeva su un altro.

Il gruppo American TFP ha guidato il rosario e altre preghiere mariane. I suonatori di cornamusa guidavano il canto di “God Bless America”, “Immaculate Mary” e altri inni.

Francis Slobodnic era arrivato da Topeka, Kansas. Ha affermato di essere in un gruppo di tre autobus di persone – 140, giunte a Oklahoma City per la protesta. Slobodnic è arrivato perché “offeso e disgustato dal progetto di realizzare una messa nera” e voleva “essere parte di un’offerta di oblazione a Dio, riparazione per questo peccato e sostegno a Lui”.

Slobodnic ha dichiarato che l’evento “mostra che l’America è davvero nei guai” se una cosa di questo tipo è avvenuta in un luogo come Oklahoma City. Ha anche sottolineato gli attacchi costanti a simboli e motti che onorano Dio, come “Dio, aiutami” nella promessa di dire la verità in tribunale o “In God we trust” sulle banconote.

“Accettare questo tipo di eventi è un affronto pubblico a Dio, un atto di immoralità”, ha dichiarato.

Alcuni hanno espresso preoccupazione per quanti entravano nel piccolo teatro in cui sarebbe stata celebrata la messa nera. Gregory Thompson, un cattolico di Marshall, Missouri, ha detto: “Prego per coloro che stanno facendo questa cosa. Potrebbe danneggiarli per l’eternità. Volevo cercare di fermare la blasfemia pregando per loro, implorando Dio di toccare il loro cuore. Ho pregato per quanti sono perduti”.

Un pensiero simile è stato espresso da Paul Crone, un ministro ordinato che gestisce un gruppo biblico non denominazionale chiamato The Market Place Minister. Crone ha riferito di aver inviato e-mail alle chiese in tutto lo Stato chiedendo alla gente di sostenere i cattolici a Oklahoma City.

“Credo che quanti entrano per assistere a questo servizio abbiano ancora speranza”, ha commentato. “Il Signore Gesù Cristo è morto per loro. Li ama indipendentemente dal fatto che accettino quel sacrificio o quella morte”.

  • 1
  • 2
Tags:
diavolo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni