Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 24 Giugno |
San Giovanni Battista
home iconNews
line break icon

I terroristi marchiano le case dei cristiani con la lettera “N”

Karim Sahib/AFP

Aleteia - pubblicato il 16/07/14

A Mosul lo Stato islamico ha ordinato di fermare le razioni di cibo e acqua per cristiani e sciiti

«Hanno cominciato a marchiare le case dei cristiani con la lettera “N” di Nazarat (cristiani)». A comunicarlo è monsignor Shleimun Warduni, vicario patriarcale caldeo, attraverso Baghdadhope. Warduni racconta la nuova discriminazione contro i cristiani messa in atto dai terroristi dello Stato islamico a Mosul. La sua voce è triste, rassegnata.
A riportare la news è Tempi il 16 luglio.

Marchiato con la lettera "N"
Dopo la creazione del califfato islamico e l’imposizione della sharia, ora i circa 500 cristiani che non sono riusciti a scappare dalla seconda città più grande dell’Iraq si vedono anche marchiare con la lettera “N”, perché siano riconoscibili a tutti e perché non vengano considerati come gli altri cittadini.

Niente acqua
Inoltre, come riferito da Aina, lo Stato islamico ha ordinato agli ufficiali governativi di non distribuire ai cristiani le razioni di acqua e cibo a cui hanno diritto tutti gli altri abitanti sunniti in difficoltà, in una città dove non c’è più lavoro a causa della guerra. Oltre ai cristiani, anche gli sciiti non potranno ricevere gli aiuti.

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

Tags:
cristiani perseguitatiislam
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
5
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
6
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni