Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

“Non vogliamo un premio. Giochiamo per la Grecia e per il suo popolo”

© wikipedia
Condividi

Il grande gesto dei calciatori della nazionale ellenica che rinunciano al premio qualificazione

Ieri, 29 giugno, la Grecia ha subito una scottante eliminazione ai calci di rigore. A trionfare è stata infatti la corsara Costa Rica che pur rimanendo in 10 uomini ha centrato la storica qualificazione ai Quarti di Finale. Sconfitta a parte, però, il Mondiale della Grecia resta di grandissimo valore. E a impreziosirlo ulteriormente va la scelta di rinunciare al premio extra ottenuto sul campo grazie alla qualificazione agli Ottavi di Finale, come riporta L’Unità il 29 giugno.

In una lettera inviata al primo ministro Antonis Samaras, i giocatori ellenici si dicono disponibili a rinunciare agli emolumenti, preferendo che i soldi a loro destinati vengano utilizzati per la costruzione di un centro d’allenamento. «Non vogliamo un premio extra, o qualsiasi tipo di denaro – scrivono – Giochiamo per la Grecia e per il suo popolo. Tutto quello che vogliamo è il vostro appoggio per creare un centro d’allenamento che diventi la casa della nostra Nazionale».

Il mondiale in Brasile continua quindi a regalare storie e gesti significativi, soprattutto al di fuori del rettangolo di gioco. 

GUARDA IL GESTO DI CAVANI DOPO ITALIA-URUGUAY

GUARDA IL GESTO DI MUNTARI PER I POVERI DELLE FAVELAS

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=pTqQY98q5UU%5D

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni